Il parco fotovoltaico di Troia, in provincia di Foggia (European energy)
Il parco fotovoltaico di Troia, in provincia di Foggia (European energy)

Natixis, banca d’affari francese, e UniCredit hanno concluso un accordo di finanziamento per 94,5 miliardi di euro per tutti gli impianti di energia eolica e fotovoltaica della European energy, in Puglia. Il totale del potenziale degli impianti è di 122 MW. Contribuirà anche il parco fotovoltaico più grande di Italia, situato nel comune di Troia, in provincia di Foggia.

European energy è un’azienda danese che opera in diversi paesi europei, tra i quali l’Italia. Ha progetti attivi in tutto il mondo per la realizzazione di parchi eolici e solari.

Alessandro Migliorini, amministratore delegato di European energy Italia, ha commentato così in una nota stampa l’accordo di finanziamento: “prosegue nel migliore dei modi il percorso strategico e progettuale sia come investitori che come global developers, l’accordo costituisce inoltre una naturale conferma della qualità tecnica, progettuale e costruttiva del nostro impianto fotovoltaico record di Troia”.

Il parco fotovoltaico di Troia

Oltre un milione e mezzo di metri quadrati di estensione per una potenza di oltre 100 MW. Il parco fotovoltaico di Troia, in provincia di Foggia, è il più grande dell’Italia. I lavori di costruzione non sono ancora ultimati, ma nel frattempo il parco eolico produce già oltre 150 mila KWh di energia immessa nella rete di fornitura a fine giugno 2020. L’impianto copre il fabbisogno di una città di circa 200 mila abitanti. Nella provincia di Foggia risiedono oggi circa 150 mila abitanti.

Il parco solare di Troia si classifica al 17esimo posto per dimensioni tra gli impianti a connessione unica. Dall’inizio dei lavori, hanno lavorato oltre 400 persone. Per il successivo mantenimento e la piena operatività si prevede la creazione di nuovi posti di lavoro da qui  ai prossimi 30 anni.

Il parco è composto da oltre 200mila pannelli fotovoltaici di ultima generazione, che migliorano l’efficienza energetica del 50% in più rispetto ai moduli tradizionali. Vengono così risparmiate circa 80mila tonnellate di CO2 ogni anno.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.