Secondo i dati dell’Osservatorio sistemi di accumulo di Anie Rinnovabili, alla fine di marzo risultavano installati 18.036 sistemi di accumulo (Sda) per una potenza complessiva pari a 80,2 MW e una capacità massima utilizzata di 168 MWh. In termini percentuali, la crescita riferita al numero di sistemi di accumulo installati è pari al 2% a febbraio su gennaio e del 10% a marzo su febbraio, alla potenza, che cresce del 2% febbraio su gennaio e del 7% a marzo su febbraio e, infine, anche alla capacità che sale del 4% a febbraio rispetto a gennaio e fino al 49% a marzo. Il 59% dei Sda sono stati installati lato produzione in corrente continua, il 28% in quello post-produzione e il rimanente 13% per la produzione in corrente alternata. Le prime tre regioni per numero di sistemi installati sono: la Lombardia al primo posto con 6.414 Sda per una potenza di 25,6 MW e 49,7 MWh di capacità; segue il Veneto con 2.668 Sda con, rispettivamente, 11,6 MW e 19,3 MWh; terza posizione per l’Emilia Romagna dove abbiamo 1.996 Sda per 9,2 MW e 25,9 MWh.

Il 99% dei Sda è di taglia inferiore ai 20 kWh e abbinato a impianti fotovoltaici di taglia residenziale, mentre il 93% delle batterie installate sugli impianti è al litio, che significa il 93% della potenza e 83% della capacità utile.

I vantaggi della transizione

Tra i benefici più importanti dovuti all’installazione di Sda possiamo citare: riduzione di emissioni tra 0,18 e 0,51 tonnellate di CO2 l’anno; risparmio in bolletta elettrica pari a circa 112.000 € l’anno e un fatturato totale stimato in 4 milioni di € a favore dell’intera filiera delle Fer: dai produttori fino a installatori e manutentori.

Confrontando i dati relativi agli impianti fotovoltaici residenziali installati, emerge che solo il 2,6% è dotato di un sistemo di accumulo; Anie rinnovabili chiede, per questo, un intervento a livello normativo per incentivare i Sda tramite detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.