idrogeno
Pictures from the Engine Lab in Vaskiluoto

Il gruppo tecnologico Wärtsilä avvia una collaborazione con il fornitore portoghese di soluzioni energetiche e produttore indipendente di energia elettrica Capwatt, per un progetto che partirà nel primo trimestre del 2023.

Il progetto che testerà nuove miscele

Il progetto testerà miscele fino al 10% di volume di idrogeno verde e sarà uno dei primi casi in cui verrà utilizzato, per ridurre l’impronta di carbonio di una centrale elettrica Wärtsilä alimentata a gas. L’impianto di cogenerazione, che fornisce energia a Sonae Campus e alla rete nazionale, attualmente produce con un motore Wärtsilä 34SG a gas naturale. 

Il motore può già funzionare con gas fino al 3% di idrogeno, ma per raggiungere il livello di miscelazione del 10% verrà modificato nel suo sistema di controllo ed anche il sistema di automazione dell’impianto subirà delle modifiche. L’idrogeno verde sarà prodotto utilizzando un elettrolizzatore alimentato da energia rinnovabile.

“Siamo impegnati nella decarbonizzazione delle nostre attività e consideriamo la miscelazione di idrogeno e gas naturale per l’alimentazione di questo impianto un passo significativo verso il raggiungimento di questo obiettivo”. Wärtsilä è un’azienda con grande esperienza e know-how in questo campo e siamo ansiosi di lavorare a stretto contatto con loro in questo progetto innovativo“, ha commentato Sérgio Rocha, ceo di Capwatt.

Questo progetto dimostra concretamente come le centrali elettriche esistenti possano compiere passi avanti verso una produzione di energia a zero emissioni”, ha dichiarato Sushil Purohit, presidente di Wärtsilä Energy e Evp di Wärtsilä Corporation. “Come tecnologia, il motore a combustione rappresenta una soluzione valida per consentire la trasformazione verso l’utilizzo di combustibili futuri. La flessibilità dei motori Wärtsilä svolge già un ruolo importante nel consentire di incorporare una quota molto maggiore di energia rinnovabile nei sistemi di alimentazione”.

Il Portogallo ha una Strategia nazionale orientata ad aumentare la quota di idrogeno nel consumo energetico del 5% entro il 2030 nel settore industriale. Nel prossimo decennio, l’obiettivo è di avere 2-2,5 GW di capacità installata di produzione di idrogeno e di iniettare il 10-15% di idrogeno nella rete del gas naturale.

Capwatt possiede 160 GW di impianti di cogenerazione che possono avvantaggiarsi del know-how di questo progetto, permettendo la decarbonizzazione della domanda di energia termica.

I motori Wärtsilä sono in grado di funzionare con miscele di idrogeno e gas naturale fino al 25% di idrogeno, inoltre l’azienda sta lavorando per realizzare un concetto di motore e centrale elettrica per il funzionamento a idrogeno puro entro il 2025. 

Infine, l’azienda dispone di gruppi elettrogeni che funzionano con una miscela di gas naturale e idrogeno all’interno di una centrale elettrica di nuova costruzione presso un banco di prova galleggiante offshore a Singapore.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.