sostenibilità

Il 77% dei risparmiatori italiani conosce in modo più o meno approfondito gli investimenti in prodotti finanziari dedicati alla sostenibilità e il 18% li ha già sottoscritti: di questi, il 35% ha incrementato la quota di capitale investito a seguito della pandemia e il 57% pensa di farlo in futuro. Sono i dati della ricerca Finanza sostenibile in tempo di crisi: la percezione dei risparmiatori condotta dal Forum per la finanza sostenibile in collaborazione con Bva Doxa e presentati il 10 novembre in apertura della decima edizione della Settimana dell’investimento sostenibile e responsabile.

L’indagine ha coinvolto mille investitori e risparmiatori over 25 anni che hanno investito nell’ultimo anno una somma pari a 1.000 euro. L’obiettivo della ricerca è quello di approfondire i nuovi orientamenti dei risparmiatori, tra emergenza sanitaria e ripresa economica.

I dati sugli investimenti sostenibili in Italia

Nel 2021 sono aumentati del 20%, rispetto al 2019, i risparmiatori che conoscono o hanno almeno sentito parlare di investimenti sostenibili. Cresce anche la quota di quanti hanno investito in prodotti Sri oppure in aziende con precise politiche di sostenibilità. Per l’82% i temi Esg sono importanti nelle scelte di investimento. L’ambiente rimane l’ambito predominante anche se la pandemia ha contribuito ad aumentare l’attenzione alla sfera sociale.

Secondo l’indagine, chi già investe in prodotti sostenibili dichiara di averne constatato la validità sul piano delle performance. Guardando ai dati, dall’inizio della pandemia il 35% dei sottoscrittori ha infatti incrementato la quota di investimenti sostenibili e più della metà del campione pensa di farlo in futuro.

In aumento anche la comunicazione degli istituti sui temi della sostenibilità. Il 46% degli intervistati dichiara di ricevere dalla propria banca, assicurazione o consulente finanziario più informazioni sugli investimenti sostenibili rispetto al passato. Il 47% dei risparmiatori, inoltre, percepisce un aumento delle competenze e dell’attenzione a questi temi nel settore finanziario.

Il ruolo della sostenibilità nella finanza

Per migliorare le scelte strategiche delle aziende, gli italiani sono convinti che investire nella sostenibilità ambientale, sociale e di governance possa contribuire a una ripresa economica più rapida: è così per il 44% dei risparmiatori. Per il 60%, la situazione legata all’emergenza sanitaria sta cambiando l’atteggiamento di cittadini, imprese e istituzioni proprio sui temi della sostenibilità. Il 48% dichiara che l’attenzione aumenterà mentre per il 12% diminuirà.

“La ricerca presentata in apertura della Settimana Sri conferma il crescente interesse dei risparmiatori verso la sostenibilità e gli investimenti per la transizione. Quest’anno celebriamo i 20 anni di attività del Forum: i significativi risultati di questa indagine dimostrano l’importanza del lavoro svolto finora e ci incoraggiano a proseguire su questa strada, cercando sempre di anticipare gli scenari di un settore in rapida evoluzione”, dichiara in una nota stampa il segretario generale del Forum per la finanza sostenibile, Francesco Bicciato.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.