bollettaQuesto nuovo appuntamento dedicato ai bonus 2021 è incentrato sugli sconti che si potranno avere in bolletta. Elettricità, gas e acqua saranno meno costosi per le famiglie in condizioni di disagio economico o fisico. Dal 1° gennaio 2021 questi bonus, cosiddetti sociali, saranno automatici, erogati direttamente all’utente senza che ne faccia richiesta.

Questo almeno dopo che sarà risolto lo stallo regolatorio che si è venuto a creare tra l’Autorità di regolazione energia reti e ambiente e l’Autorità garante della privacy: quest’ultima ha interrotto l’erogazione dell’automatismo del bonus per un parere negativo rispetto alle modalità di trasferimento di dati riservati. L’Arera garantisce che l’empasse sarà risolto quanto prima e che i cittadini recupereranno il bonus spettante con l’automatismo previsto. Recentemente, il presidente dell’Autorità di regolazione per Energia reti e ambiente, Stefano Besseghini, ha affermato che serviranno “ancora alcune settimane”.

Discorso a parte per i rifiuti: bisognerà aspettare il decreto attuativo, più volte sollecitato dall’Arera. Nel frattempo, i Comuni che intendono aiutare i propri cittadini possono, grazie al nuovo metodo tariffario dell’Autorità, stanziare un bonus. Non c’è un elenco nazionale di Comuni che lo prevedono, il consiglio è di informarsi presso gli sportelli Urp dell’ufficio comunale.

Leggi anche Automatismo del bonus energia in bolletta “ancora alcune settimane” per essere risolto

Bonus elettrico

Il governo ha previsto uno sconto in bolletta per aiutare le famiglie numerose e quelle in condizioni di disagio fisico ed economico. Il bonus elettrico è reso operativo dall’Arera con il supporto dei comuni. Va da un minimo di 128 euro, per famiglie composte da uno o due componenti, a un massimo di 177 euro, per oltre quattro componenti.

Il disagio economico vale quando la famiglia ha un Isee inferiore a 8.265 euro, oppure ha Isee inferiore a 20 mila euro ed è composta da più di tre figli a carico, oppure si è titolari di reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza.

Il disagio fisico riguarda chi verte in gravi condizioni di salute e utilizza apparecchiature mediche salva vita alimentate con l’energia elettrica (elettromedicali).

Dal 2021 il bonus elettrico, come tutti gli altri bonus sociali, saranno riconosciuti automaticamente ai cittadini e nuclei familiari in condizione di disagio economico. Dunque, non sarà necessario presentare domanda ma basterà presentare ogni anno la dichiarazione sostitutiva unica per ottenere l’attestazione Isee. Solo le persone in gravi condizioni di salute dovranno continuare a farne richiesta presso i comuni o i Caf abilitati le. Le modalità applicative per l’erogazione del bonus, come scritto sopra, sono ancora in fase di definizione.

Bonus gas

Il bonus gas, anche questo sotto forma di sconto in bolletta, funziona allo stesso modo del bonus elettrico: è erogato automaticamente alle famiglie in condizioni di disagio economico (vedi su).

bonus gas
Fonte: Arera.

Bonus acqua

Del bonus acqua abbiamo parlato ampiamente in questo articolo. In estrema sintesi, è rivolto alle famiglie in condizione di disagio economico e sociale per ridurre la spesa destinata al servizio di acquedotto. In altre parole, evita a una persona in difficoltà di pagare 50 litri al giorno d’acqua per un anno, equivalenti a 18,25 metri cubi l’anno. Il quantitativo riflette quello che è stato considerato il minimo necessario a soddisfare i bisogni fondamentali della persona.

Leggi anche Bonus e incentivi per auto e moto nel 2021

Bonus 2021: vuoto a rendere, banda ultralarga, TV e vacanze

Acqua, tutto quello che c’è da sapere sui bonus per il 2021

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.