Photo di Ostap Senyuk su Unsplash

Con l’arrivo dei primi freddi, l’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente (Appa) Trento lancia la campagna di comunicazione sui rischi legati alla combustione della legna usata per il riscaldamento domestico. “Brucia bene la legna, non bruciarti la salute” è lo slogan scelto per sensibilizzare i cittadini sul tema dell’emissione in atmosfera di sostanze inquinanti e dannose per la salute umana. La campagna è lanciata nell’ambito del più ampio progetto europeo PrepAir.

Leggi anche Qualità dell’aria e comportamenti personali, l’indagine di Life PrepAir in Pianura Padana

L’Appa ha stimato che la combustione della legna nei piccoli impianti domestici provoca circa l’80 per cento delle emissioni primarie di polveri sottili PM10 in Trentino, il 99 per cento di benzo(a)pirene, un idrocarburo policiclico aromatico fortemente cancerogeno. In alcune valli della Provincia i valori di questi inquinanti sono risultati superiori rispetto ai valori limite della normativa sulla qualità dell’aria. Situazione determinata da particolari caratteristiche morfologiche e meteo-climatiche di alcune zone.

La campagna di comunicazione di Appa Toscana

La campagna di comunicazione è composta da un opuscolo informativo di circa 20 pagine sull’uso corretto della legna come combustibile, un pieghevole con dieci consigli che suggeriscono la corretta gestione e manutenzione di stufe e camini e un video di un minuto che sarà diffuso attraverso la rete e i canali social.

Le cinque regole d’oro per scaldarsi con la legna:

  1. usare un apparecchio efficiente e moderno, se possibile a pellet;
  2. non bruciare giornali, rifiuti o altri materiali diversi dalla legna vergine;
  3. bruciare solo legna asciutta e stagionata o pellet certificato;
  4. accendere il fuoco dall’alto con accendi-fuoco o pezzi di legna più piccoli;
  5. effettuare la manutenzione e la pulizia periodica del camino o stufa, possibilmente servendosi di tecnici e spazzacamini qualificati.

Le regole sono contenute nel video diffuso da Appa Toscana.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.