Ecco i nuovi “alleati” contro la povertà energetica

Banco dell’energia onlus, Fratello sole s.c.a r.l e fondazione Urbs franciscana onlus entrano nel network dell’Alleanza contro la povertà energetica.

207

Cresce il network dell’Alleanza contro la povertà energeticaBanco dell’energia onlus, Fratello sole s.c.a r.l e fondazione Urbs franciscana onlus sono i nuovi partner dell’Alleanza contro la povertà energetica.

La povertà energetica nei paesi sviluppati è un fenomeno sempre più attuale e che a seguito della pandemia da Coronavirus sta toccando punte di urgenza.

L’obiettivo dell’Alleanza, si legge nella nota, “è per divulgare e fare massa critica su progetti e iniziative” a cominciare dalle opportunità date dalle comunità energetiche, in grado di contrastare questo fenomeno.

Il progetto nasce con l’intento di istituire un dialogo tra attività sul campo, azioni di ricerca e monitoraggio e istituzionali. Un hub per permettere l’aggregazione di notizie sul tema e creare un network di soggetti che intendono, con il supporto di Adiconsum e Canale energia, partner fondatori dell’Alleanza, contrastare il fenomeno.

I nuovi partner dell’Alleanza contro la povertà energetica

Banco dell’energia onlus è un ente senza scopo di lucro indipendente nato nel 2016, promosso da A2a e dalle fondazioni Aem e Asm, con l’obiettivo di supportare coloro che si trovano in situazioni di temporanea vulnerabilità economica e sociale con particolare attenzione alla povertà energetica.

Fratello sole è la prima e unica società consortile non a scopo di lucro in Europa che si occupa di sostenibilità aperta esclusivamente agli Enti non profit del terzo settore italiano. Braccio operativo di Fratello sole è Fratello sole energie solidali, prima Energy service company (E.s.co.) per il Terzo settore in Italia.

La fondazione Urbs franciscana ha tra i suoi promotori alcuni degli esperti del settore per la lotta alla povertà energetica il cui punto di riferimento è, sin dal 2015 la semplicità e la concretezza della spiritualità di Francesco D’Assisi e la lettera Enciclica “Laudato si’”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.