La comunità energetica per valorizzare la cultura della transizione ecologica

430

Consolidare la transizione ecologica valorizzando il senso di comunità. Per farlo “Lo strumento della comunità energetica ci sembrava quello più importante per coinvolgere le periferie” spiega la presidente di Legambiente Campania Mariateresa Imparato fautrice della comunità energetica e sociale realizzata a Napoli con la fondazione Famiglia di Maria.

L’obiettivo della comunità di Napoli è arrivare a coprire 40 famiglie in due anni. Un percorso di lotta alla povertà energetica che include i bambini e bambine della fondazione del quartiere che prevede la condivisione dell’energia reimmessa in rete con le famiglie in difficoltà.

Fare cultura della transizione ecologica grazie
alle comunità energetiche

A seguito del progetto saranno realizzati degli infopoint ambulanti lungo tutta la municipalità “da San Giovanni fino a Ponticelli nella periferia napoletana” rimarca la presidente di Legambiente Campania. “L’obiettivo è accompagnare altre realtà per quanto riguarda appunto la realizzazione di comunità energetiche. Da oggi lo stiamo facendo con infopoint virtuale per aiutare le diverse realtà anche di altre regioni che per accompagnarle in questo percorso. All’inizio anche per noi è stato difficile. Ad esempio anche capire la formula dell’atto notarile per costituire la comunità energetica”.

Uno strumento utile alla comunità e che può favorire la cultura della transizione ecologica che presenta ancora dei limiti ad esempio “oggi il terzo settore non può far parte di una comunità energetica e questo è un chiaro vincolo. La Famiglia di Maria che ospita l’impianto non può usufruire dell’energia. Vuoti normativi che speriamo vengano superati,” auspica la Imparato.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Agnese Cecchini
Giornalista, video maker, sviluppo format su più mezzi (se in contemporanea meglio). Si occupa di energia dal 2009, mantenendo sempre vivi i suoi interessi che navigano tra cinema, fotografia, marketing, viaggi e... buona cucina. Direttore di Canale Energia; e7, il settimanale di QE ed è il direttore editoriale del Gruppo Italia Energia dal 2014.