A partire dal prossimo 1° luglio i consumatori potranno accedere al nuovo Portale Consumi, previsto dalla Legge di bilancio 2018 e gestito da Acquirente Unico. La piattaforma, fruibile tramite il sito www.consumienergia.it,  permetterà ai cittadini di  avere un quadro dei propri consumi, verificando costantemente la propria situazione contrattuale “in modo semplice, sicuro e gratuito“.

Modalità di autenticazione e informazioni reperibili

Nello specifico gli utenti potranno accedere a un’area privata effettuando l’autenticazione tramite SPID. In questo modo si potranno visualizzare informazioni dettagliate su tutte le forniture di energia elettrica e di gas di cui l’utente è titolare, controllando le letture effettive e non stimate, i dati di misura prima di vederli in bolletta, i consumi e le informazioni tecniche di riferimento come, ad esempio, il codice POD per l’energia elettrica e il codice PDR per il gas.

Verifica in tempo reale delle operazioni in corso

Sarà possibile inoltre verificare in tempo reale la presenza di operazioni in corso sulla fornitura, come i cambi di fornitore o le volture, contribuendo quindi a ridurre il fenomeno dei contratti non richiesti.Saranno interrogabili complessivamente circa 60 milioni di punti – spiega una nota di Acquirente Unico di cui 21 milioni nel gas e 37 milioni nell’elettrico e le informazioni sui consumi saranno scaricabili dal sito in formato open”.

Aumentare la consapevolezza del consumatore

Secondo la normativa Europea la conoscenza dei propri dati di consumo è, come sottolinea la nota di Acquirente Unico, “una delle chiavi per aumentare la consapevolezza del consumatore e consentirgli di compiere scelte più accurate e motivate”. In quest’ottica “l’accesso ai propri dati di consumo consentirà di trarre il massimo anche dall’altro portale gestito da Acquirente Unico, secondo il mandato della legge Concorrenza – 124 del 2017, cioè il Portale Offerte (www.ilportaleofferte.it), grazie al quale è possibile comparare in maniera sicura e trasparente migliaia di offerte di elettricità e gas presenti sul mercato libero.  Avere a disposizione il proprio preciso profilo di consumo, infatti, può, da un lato, indurre a modificare le proprie abitudini di consumo, dall’altro a scegliere una fornitura di energia più coerente al proprio reale profilo di consumo”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.