Secondo una recente stima del governo inglese sono circa 100 mila le tonnellate di cibo che ogni anno nel Regno Unito vanno a finire dal bancone del supermercato direttamente nella pattumiera, senza riuscire ad arrivare nel piatto dei cittadini inglesi. Numeri che fanno capire come lo spreco di cibo sia un problema rilevante a cui si aggiunge in maniera speculare il dato relativo ai cittadini che non riescono ad avere accesso a una quantità adeguata di cibo, pari a circa 2 milioni. 

L’iniziativa di Tesco

Tra le iniziative portate avanti per contribuire ad affrontare la situazione, spiega il Guardian, c’è anche quella del noto supermercato inglese Tesco che, in collaborazione con l’associazione FareShare e con il famoso chef Jamie Oliver, sta lavorando al lancio di una “scuola nazionale” di cucina per fare formazione ai community cooks. Queste figure, che  preparano i pasti per i bisognosi nelle varie comunità e associazioni del terzo settore. impareranno a cucinare cibi salutari con i prodotti in eccedenza dei supermercati in modo da utilizzarli in tempi utili a non dover sprecare cibo. 

Ricette salutari e antispreco

Nello specifico lo chef Jamie Oliver ha elaborato, in collaborazione con un team di chef del gruppo Tesco, una serie di ricette bilanciate da un punto di vista nutrizionale che sono pensate per essere realizzate con i prodotti alimentari in eccedenza. È fantastico unirsi al lavoro che Tesco e FareShare stanno facendo per ridurre lo spreco di cibo” – ha detto al Guardian Jamie Oliver ho scritto queste ricette per armare tutti quei fantastici cuochi che lavorano nelle comunità con gli strumenti per creare qualcosa di delizioso ed equilibrato per le persone che ne hanno più bisogno”.

Un ministro e un esperto antispreco

Per contrastare il fenomeno il parlamento inglese ha recentemente menzionato in un rapporto l’ipotesi di un ministro dedicato alla questione, così come risale a poco tempo fa  la nomina di un esperto per affiancare il governo nella gestione di questa problematica.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.