Nuovi partner per l’Alleanza contro la povertà energetica

Entrano Aeci, Federconsumatori, Oic e Cnr-Itae. L’Alleanza diventa partner del network Right to energy

362

Joint Project 2161493 1920Nel giorno dedicato alla Terra l’Alleanza contro la povertà energetica annuncia l’ingresso di nuovi partner nel network. Si tratta delle associazioni dei consumatori Aeci e Federconsumatori, l’Osservatorio imprese e consumatori e Cnr-Itae.

“Il primo obiettivo dell’Alleanza è fare network e allargare la rete di stakeholders coinvolti. Per questo consideriamo un successo aver ampliato la nostra voce verso i consumatori, le imprese e la ricerca”. dichiara Agnese Cecchini founder dell’Alleanza contro la povertà energetica e direttore responsabile di Canale Energia “Importante anche il confronto con realtà internazionali per cogliere e diffondere al meglio buone pratiche e sinergie utili alla causa” difatti l’Alleanza entra nella coalizione internazionale Right to energy.

Il fenomeno della povertà energetica in Italia

Un fenomeno che in Italia ricorda il Cnr Itae riguarda circa l’8,8% della popolazione nazionale, soprattutto nell’aria del meridione. Al centro del fenomeno difatti troviamo “Molise, Campania, Calabria e Sicilia. In queste regioni, la frequenza del fenomeno dipende in parte dal clima, specialmente dai problemi legati al raffrescamento delle abitazioni, ma soprattutto dalle condizioni difficili socio-economiche in cui versano molte famiglie” spiega il Cnr-Itae. “L’Istituto di Tecnologie Avanzate per l’Energia del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr Itae), con sede a Messina, sta svolgendo alcune ricerche specifiche che puntano a studiare il fenomeno della povertà energetica nel Sud Italia, i suoi impatti e le conseguenze in un’area geografica caratterizzata da endemiche problematiche di natura strutturale e sociale, a cui si lega il persistere di questo significativo gap rispetto al Nord del paese“.

Un hub quello dell’Alleanza contro la povertà energetica che guarda alle azioni europee e in casa per contrastare il fenomeno sempre più passo al centro delle politiche di transizione ecologia europee.

L’importanza del dialogo con i cittadini e consumatori

Il rapporto con i cittadini rafforzato dalla partnership con le associazioni dei consumatori come rimarca Ivan Marinelli, presidente nazionale Aeci | Associazione Europea Consumatori Indipendenti: “Aeci è impegnata a tutelare gli utenti energetici, primo fra tutti i più deboli, sin dalla propria nascita” commenta “siamo felici, orgogliosi e pronti ad impegnarci per concorrere alla missione dell’Alleanza. L’ingresso come membro dell’Alleanza contro la povertà energetica ci porterà a moltiplicare l’impegno sin oggi profuso. Posso dire che siamo pronti a contribuire”.

“Federconsumatori aderisce convinta all’Alleanza contro la Povertà Energetica ed utilizzerà tutta la sua rete territoriale, dal Nord al Sud Italia con particolare riguardo alle zone periferiche, al fine di contribuire ad una corretta informazione ai cittadini e assistenza nelle loro scelte”, dichiara Federconsumatori. “Riteniamo che questa iniziativa possa cogliere le diverse opportunità per contrastare l’esponenziale crescita della povertà energetica e dei vulnerabili, contro ogni forma di aggressività e di asimmetria informativa del mercato”. Un passo in avanti per l’associazione impegnata nelle comunità “per trovare soluzioni condivise e forme di collaborazione su ogni fronte con gli altri soggetti coinvolti per individuare nuove esperienze, che possano creare pressione anche a livello istituzionale”.

L’Osservatorio Imprese e Consumatori (Oic n.d.r.) è nato dalla volontà dei rappresentanti delle aziende, di associazioni di categoria ed associazioni di consumatori, di lavorare insieme per cercare la sintesi tra gli obiettivi di crescita del mercato nel rispetto dei diritti fondamentali, con un’attenzione particolare per le persone vulnerabili”, dichiara Gianluca Di Ascenzo, presidente operativo di Oic. “Il partenariato di OIC con l’Alleanza contro la povertà energetica, quindi, è la naturale conseguenza di questa ricerca, dell’obiettivo di realizzare la mission dell’Osservatorio, sintetizzata dal motto del suo presidente, Antonio Persici, l’unica strada possibile è quella che si percorre insieme verso il bene comune”.

Grazie all’Alleanza renderemo sempre più presente nell’agenda politica, anche attraverso una maggiore consapevolezza dei cittadini, il tema della povertà energetica e gli strumenti per combatterla. Argomenti che tratteremo anche nel nostro prossimo evento che si terrà il 24 e 25 maggio” conclude Cecchini.

Il team completo dell’Alleanza

Cresce il network dell’Alleanza contro la povertà energeticaI partner citati vanno ad aggiungersi ai consolidati: Banco dell’energia onlus; Coordinamento Free; Città di Francesco, Fratello sole. E a un team di Brand Ambassador che ricordiamo: Anna Amato, Enea; Laura Colombo, segretario Banco dell’energia Onlus; Dario di Santo, dg Federazione italiana uso razionale dell’energia; Katiuscia Eroe, responsabile energia di Legambiente; Emilio Sani, avvocato studio Sani Zangrando e coordinatore GdL legislativo e regolatorio di Italia Solare; Sarah Supino, avvocato presso lo studio Salvini e Soci – studio legale tributario fondato da F. Gallo; Marina Varvesi, responsabile dell’Area di “Innovazione e Ricerca” in Aisfor Srl; Benedetta Voltaggio, avvocato tax specialist at Bnl Gruppo Bnp Paribas.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.