Il Cipess “locomotiva nella transizione energetica e nello sviluppo sostenibile in Europa”

Il commento del sottosegretario all’Ambiente Roberto Morassut al termine della seduta odierna sul regolamento dell'ente così rinominato dal 2021

386

Sul nuovo regolamento Cipe, il principale organismo di programmazione economica dello Stato italiano, in vista della trasformazione dal 2021 in Cipes, Comitato interministeriale per la programmazione e il coordinamento della politica economica e lo sviluppo sostenibile, si è pronunciato il sottosegretario all’Ambiente Roberto Morassut. La nota al termine della riunione di oggi dedicata all’introduzione di “nuove valutazioni di sviluppo sostenibile e definito modalità decisionali funzionali ad efficientare i processi e accelerare le procedure collegate alle delibere”.

Morassut ha quindi commentato la trasformazione in Cipess come “una scelta condivisa dal Governo che consolida il cambio di rotta del nostro Paese, che ha tutte le possibilità di diventare locomotiva nella transizione energetica e nello sviluppo sostenibile in Europa”.

Cipess, un cambiamento sullo scelte fondamentali

Il Sottosegretario all’ambiente ha evidenziato come “cambia la ratio e il criterio di concepire e impostare le scelte fondamentali sullo sviluppo e la selezione delle opere pubbliche in chiave di sostenibilità ambientale e di transizione ecologica” con l’introduzione del “criterio della sostenibilità” e la comprensione della “valutazione d’impatto già in fase di programmazione“.

“Occorre investire con azioni concrete nella transizione ed agire su un modello di sviluppo che finora è stato trascurato” rimarca Morassut.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.