PalermoIl comune di Palermo ha analizzato gli spostamenti e i km percorsi in città nella Fase 2 usando i big data. Per capire come sono cambiate le abitudini delle persone nelle ultime settimane ha sfruttato lo strumento City analytics – Mappa di mobilità di Enel X, di cui abbiamo parlato qui con l’Head of smart cities/innovability Sergio Gambacorta.

Variazione spostamenti nella Fase 1 vs Fase 2

L’analisi si è concentrata sull’ultima settimana della Fase 1 e le prime della Fase 2 e ha paragonato i dati ottenuti con quelli del periodo pre Covid-19 di gennaio-febbraio 2020. Dal 27 aprile al 3 maggio la diminuzione nei giorni feriali rispetto al primo bimestre dell’anno è stata sempre superiore al 50% con un picco del -82% domenica 3 maggio. In parallelo, sono diminuiti anche i km percorsi.

Nelle prime due settimane di Fase 2, dal 4 all’11 maggio e dall’11 al 17 maggio, si è sempre verificata una riduzione degli spostamenti e dei km percorsi rispetto a gennaio-febbraio 2020 ma inferiore a quella della settimana precedente. Nei giorni feriali della prima settimana il calo è stato di circa il 30% e in quelli della seconda di circa il 26%.

Il picco della Fase 2 dal 18 maggio

Dal 18 maggio a Palermo, altra data importante per la Fase 2, l’incremento degli spostamenti è stato sensibile. Come prevedibile, si è passati da un minimo del 14% a un massimo del 20% nei giorni feriali con i picchi del +27% sabato 23 maggio e del +43% domenica 24 maggio. Parallelo l’aumento dei km percorsi: nei giorni feriali da un minimo dell’11% a un massimo del 17%, +33% il sabato e +57% la domenica. Rispetto ai valori di gennaio sono numeri inferiori alla media, ma rappresentano una crescita record se rapportati al lockdown.

spostamenti a Palermo

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.