alberi
Foto di Giacomo Bianchi, Arte Sella

Per ascoltare il concerto del violoncellista Mario Brunello e del botanico Stefano Mancuso, che si terrà il prossimo 29 maggio tra gli alberi di Malga Costa, nella trentina Val di Sella, bisogna pagare il biglietto in alberi, il TreeTicket. L’ingresso è consentito se si adotta un albero, che sarà piantato nell’area circostante fortemente colpita nel 2018 dalla tempesta Vaia. Suonando l’ultimo movimento della Seconda Partita in re minore per violino solo di Bach, Brunello e Mancuso creeranno una variazione che si costruisce pian piano su se stessa, proprio come una pianta.

Come assistere al concerto con il TreeTicket

Una volta acquistato il biglietto dall’organizzatore del concerto Arte Sella, rassegna di arte contemporanea che si svolge nel comune di Borgo Valsugana in val di Sella, per accedere all’evento gli spettatori (massimo 40 per il doppio appuntamento delle 14 e delle 17) devono scaricare l’attestato di adozione dell’albero dalla piattaforma di riforestazione in crowdfunding Wownature. Nei mesi successivi saranno chiamati a presenziare al momento di messa a dimora delle piante. “In questo caso, abbiamo voluto sostenere anche l’ambito artistico, che ha particolarmente sofferto le conseguenze della pandemia e che trova un grande interprete in Arte Sella, una foresta-galleria d’arte contemporanea a cielo aperto, tra le poche realtà in grado di coniugare eticamente arte e natura”, spiega in una nota stampa Mauro Franzoni, presidente di Levico. È della trentina Acqua Levico, infatti, l’idea di piantare e prendersi cura degli alberi adottati.

Il TreeTicket è l’iniziativa con cui i promotori vogliono “lasciare l’ambiente migliore di come è stato trovato”, piantumando un bosco per restituire, nel tempo, biodiversità al territorio e filtrare meglio l’acqua piovana nella falda. Gli alberi piantati nell’area circostante al concerto contribuiranno ad assorbire l’anidride carbonica emessa durante il concerto. L’evento è realizzato con Etifor, spin-off dell’università di Padova, che ha messo a punto il metodo di misura Marc-Measure avoid risk communicate con il quale gli impatti dell’evento e quantificare il numero di albero necessario per pareggiare le emissioni e andare in “credito di ossigeno”. Questo si basa a sua volta sugli standard specifici disponibili oggi, tra cui: World Business Council for Sustainable Development (Wbcsd), World Resources Institute (Wri), Greenhouse Gas Protocol, Iso 14064-1:2018, Greenhouse Gases.

“Il denominatore comune agli eventi TreeTicket è l’approccio climate positive”, spiega in nota Lucio Brotto, co-fondatore di Etifor, e del portale wownature.eu. “In questa occasione è necessario aspettare qualche mese prima di piantare affinché le piante adottate crescano a sufficienza e si possano interrare nel momento più adatto – aggiunge– ma il format TreeTicket può prevedere impianti appena prima o dopo l’evento”.

Con “Phonosynthesis” 1.200 alberi per Saja

Il concerto in live streaming dello scorso 18 aprile “Phonosynthesis”, sul palco Roy Paci e Angelo Sicurella, è stato un test per l’evento in Val di Sella. La durata è dipesa dalla quantità di alberi adottati fino alla fine dell’evento. L’obiettivo era fissato in 1.200 nuovi alberi per Saja per un’ora di concerto.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.