cicloturismo
cicloturismo

È stato assegnato anche quest’anno l’ “Italian green road award”, premio rivolto alle vie verdi delle regioni italiane che si sono contraddistinte per la loro attenzione verso un turismo “lento”, valorizzando percorsi ciclabili attraverso il completamento di servizi idonei allo sviluppo del turismo su due ruote. 

Quest’anno il riconoscimento, conferito lo scorso 19 giugno a Pescara, è andato ex aequo alla provincia autonoma di Trento e alla ciclovia dei parchi, dalle montagne al mare della Calabria.

Il secondo premio se lo è aggiudicato l’Emilia Romagna con la ciclovia del sole, terzo premio è andato alla regione Marche, grazie al Gaba, Grande anello dei borghi ascolani, mentre la menzione speciale di Legambiente è stata assegnata alla Basilicata, con la ciclovia da Matera alle Dolomiti lucane. 

Sono state ben 16 quest’anno le regioni e province che hanno candidato almeno due ciclovie, a conferma di un crescente interesse per il cicloturismo.

I percorsi delle ciclovie

La Green road dell’acqua è un percorso ciclopedonale asfaltato di 143 chilometri che costeggia fiumi e laghi nel basso Trentino, da Cadino di Faedo, al confine con la provincia di Bolzano, attraverso 20 comuni, fino a Trento. E’ il risultato del recupero di strade e ferrovie dismesse, attuato per valorizzare il territorio.

La ciclovia dei parchi della Calabria, realizzata riconvertendo vecchie ferrovie, è una green road che attraversa l’intera dorsale appenninica regionale di 545 chilometri, che inizia a Laino Borgo e termina a Reggio Calabria, interessando un’area protetta molto ampia di circa 350.000 ettari lungo quattro parchi: l’Aspromonte, la Sila, il Pollino e le Serre.

Al secondo posto, la ciclovia del sole in Emilia Romagna di circa 64 chilometri, attraversa dieci comuni. E’ inserita anche nell’Eurovelo, tracciato europeo di oltre 7.000 chilometri che unisce la Norvegia a Malta, richiamando i cicloviaggiatori di tutta Europa.

Gaba, il grande anello dei borghi ascolani nelle Marche è un percorso ciclopedonale storico-naturalistico che unisce Ascoli Piceno alle località dell’entroterra pre-appenninico.

La Basilicata con la ciclovia da Matera alle Dolomiti lucane di 114 chilometri, ha ricevuto la menzione speciale di Legambiente. Da Matera si attraversa il parco della Murgia materana e si raggiungono le piccole Dolomiti lucane, attraverso il parco di Gallipoli Cognato.

I presidenti e gli assessori di regioni e province hanno ovviamente esternato la propria soddisfazione, evidenziando come il cicloturismo continui ad attrarre visitatori contribuendo allo sviluppo del territorio in modo sostenibile.

In Italia aumenta la vendita di bici 

Questo premio è assolutamente in linea con l’aumento delle vendite, che nel 2020 ha visto più di 2 milioni di bici vendute, pari a un incremento del 17% rispetto al 2019, secondo i dati Ancma. Inoltre, cresce il numero dei cicloturisti in Italia, che secondo Isnart-Unioncamere e Legambiente sono cresciuti nel 2020 del 17%, raggiungendo i 4,7 milioni ed esprimendo una spesa turistica di circa 4 miliardi di euro sui 23 totali. 

Le rilevazioni di Isnart-Unioncamere riscontrano anche un aumento delle ricerche avvenute con la parola chiave “bici” nel luglio 2020, cresciute del 300% rispetto allo stesso mese del 2019.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.