E.ON

Con l’installazione dell’impronta gigante di 23 metri sulla spiaggia di Termoli, ha preso il via il progetto di comunicazione green di E.ON che prevede una serie di azioni con il focus di sensibilizzare gli italiani sul tema della carbon footprint generata dall’uomo.

Diminuire l’impronta antropica sull’ambiente è sempre più urgente per contrastare gli effetti del cambiamento climatico: occorre attivarsi concretamente verso un’importante riduzione dei consumi energetici, aumentare l’efficienza energetica, rendere l’energia green la fonte primaria in tutti i settori. È questo il messaggio lanciato dall’operatore energetico italiano, che, tramite l’installazione sulla spiaggia della cittadina molisana, ha voluto dare vita a una campagna originale.

La campagna green di E.ON

L’impronta di 23 metri di lunghezza rappresenta il piede di un gigante del peso di 7 tonnellate, il quantitativo di CO2 prodotto in media secondo fonti Istat, da ogni individuo nell’arco di un anno: una quantità enorme ma invisibile. L’opera non convenzionale, voluta da E.ON e ideata dall’agenzia Dlv Bbdo, è stata realizzata interamente a mano senza mezzi meccanici né additivi chimici nel rispetto dell’ambiente dal gruppo di artisti L’Accademia della Sabbia. C’è tempo fino all’8 maggio per visitare l’installazione sulla spiaggia di Termoli.

La campagna di comunicazione dell’operatore vuole inoltre aprire la strada verso la costruzione della più grande green community italiana: “Dobbiamo partire dal territorio, qui in Molise abbiamo scoperto realtà molto attive e attente nel curare e preservare le risorse locali”, ha affermato nella nota stampa il ceo di E.ON Italia, Frank Meyer, spiegando: “Incentivare la cooperazione tra istituzioni, aziende e associazioni è la base per poter realizzare iniziative di successo e di grande impatto. La sinergia con le realtà locali ha dimostrato che insieme possiamo ridurre il nostro impatto sul Pianeta e, grazie alle nostre soluzioni, diventare più autonomi dal punto di vista energetico, creando un’Italia più verde”.

Leggi anche Con elettronica di seconda mano risparmiate 200 mila tonnellate di CO2

Sostegno ai progetti del territorio

In linea con il modello di business sostenibile, E.ON ha scelto di sostenere diversi progetti sul territorio molisano per contribuire ad ampliare la propria green community. Grazie alla collaborazione con l’associazione Ambiente Basso Molise, l’operatore ha adottato il bosco delle Fantine a Campomarino Lido, storica pineta andata distrutta in un terribile incendio e poi vessata dalla tromba d’aria nell’estate 2021. Oltre a questo, si prenderà cura della pulizia della spiaggia di Termoli alla fine della stagione estiva.

Inoltre, la città di Termoli farà da cornice allo spot che sarà in onda a partire dal 22 maggio sulle principali emittenti televisive nazionali oltre che sulle connected tv.

Leggi anche Investimenti: il 48% degli italiani è interessato a investire nel green crowdfunding

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.