Agricoltura, fare innovazione guardando alla Pac

Il commento di Chiara Gagnarli capogruppo M5s in Commissione Agricoltura alla Camera in risposta alle linee programmatiche enunciate oggi da Patuanelli

199

agricoltura pacSono circa i 50 miliardi di euro messi a disposizione del settore agricolo per i prossimi 7 anni. Un investimento per cui le linee programmatiche di sostenibilità e digitalizzazione che il ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Stefano Patuanelli (M5s), ha illustrato oggi in audizione a Montecitorio dovranno guardare a contratti di filiera, parchi agrisolari, logistica e irrigazione presenti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, senza dimenticare il Piano Strategico Nazionale previsto dalla nuova Politica Agricola Comune (Pac).

Guardare alla Pac con le linee programmatiche

A tal proposito, auspichiamo una proficua collaborazione tra Mipaaf e Parlamentorimarca in una nota Chiara Gagnarli capogruppo M5s in Commissione Agricoltura alla Cameraaffinché le decisioni possano sostenere la competitività, l’innovazione tecnologica, la valorizzazione delle aree rurali e il ricambio generazionale attraverso l’accesso alla terra, la semplificazione, la trasparenza verso il consumatore, la sostenibilità ambientale per il tramite degli ecoschemi e l’ulteriore innalzamento degli standard qualitativi dei prodotti agroalimentari. La crisi economica collegata alla pandemia, difatti, ha reso noti a tutti l’importanza del comparto agricolo nazionale, la dipendenza dall’estero per gli approvvigionamenti e il necessario aumento della produttività, non più procrastinabile”.

Leggi anche: “In Italia un’azienda agricola su due è attenta alla sostenibilità

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.