Una piattaforma online in grado di fornire previsioni meteo-climatiche da una settimana fino a tre mesi, con l’obiettivo di prevede la produzione elettricità da rinnovabili. E’ questo il perno attorno a cui ruota l’innovativo servizio meteo-climatico realizzato nell’ambito del progetto europeo “Sub-seasonal to Seasonal Climate Predictions for Energy’” (S2S4E). L’iniziativa è finanziata dal programma Horizon2020 con quasi 5 milioni di euro ed è coordinata dal Barcelona Supercomputing Center in collaborazione con 11 partner europei, tra cui ENEA, e operatori dell’energia come la francese EDF.

I dati analizzati

Le previsioni vengono realizzate elaborando informazioni sulle precipitazioni, sulla portata dei fiumi, sulla velocità del vento, sulla temperatura e sulla radiazione solare. Il passo successivo è quello di metterle a disposizione delle società elettriche.

Conoscenze scientifiche sul clima a servizio del mercato energetico

Questo servizio – spiega Irene Cionni ricercatrice del laboratorio ENEA di “Modellistica climatica e impatti” e responsabile scientifica del progetto per l’agenzia – rappresenta, a livello globale, il primo tentativo reale di mettere le attuali conoscenze scientifiche sul clima al servizio del mercato dell’energia, con l’obiettivo di aumentare la produzione di energia da fonti rinnovabili e garantire la sicurezza delle reti elettriche da blackout e intermittenza di approvvigionamento dovuta alla variabilità delle rinnovabili”. La scienziata ha inoltre sottolineato come questo modello meteo-climatico tenga conto della variabilità del clima, a differenza di quelli attuali che si basano solo su valori passati.

L’elaborazione del modello

All’ENEA ci siamo occupati della produzione di energia fotovoltaica con l’elaborazione di un modello che, calibrando e migliorando attraverso metodi statistici la previsione della radiazione solare, permette di stimare la produzione futura di energia – da una settimana fino a tre mesi – con un elevato livello di attendibilità”, aggiunge Cionni.

Oltre il settore energetico

Tante sono le possibili applicazioni di un servizio di questo tipo. Oltre al settore energico queste informazioni possono risultare utili alle compagnie assicurative e alle imprese che si occupano di turismo e di agricoltura. “In generale, conoscere in anticipo come muterà il tempo in funzione del cambiamento climatico, permetterà di prepararsi meglio all’arrivo di eventi meteo estremi, pianificare gli interventi e gestire le emergenze, preservare infrastrutture essenziali e interi settori produttivi”, conclude la ricercatrice.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.