E’ Reykjavic, in Islanda, la città più green tra le possibili mete turistiche urbane dei 35 paesi membri dell’OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico). E’ quanto emerge dalla classifica stilata dall’agenzia di viaggi Travelbird. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di incoraggiare i turisti a scegliere viaggi sostenibili visitando le città più in armonia con l’ambiente.

I criteri della classifica

L’agenzia di viaggi ha individuato 50 città a livello mondiale nei Paesi OCSE e ha effettuato un calcolo della percentuale di spazio verde attraverso un’elaborazione di dati di Open Street Map. Il passo successivo è stato la valutazione in base a tre distinte categorie: aree naturali, spazi verdi artificiali e aree agricole. In particolare sono state analizzate questi specifici ambiti: foreste e boschi, riserve naturali, parchi, giardini pubblici, erba mantenuta, campo da golf, frutteto, vigneto, terreno agricolo. I dati raccolti sulle aree verdi sono stati presentati sia sottoforma di percentuale sull’area totale della città sia in metri quadri per persona.

Reykjavic, al primo posto

Al primo posto della classifica, come dicevamo prima, troviamo dunque Reykjavic. La capitale islandese ha infatti ben 410 metri quadri di spazi verdi per abitante. Oltre a questo il 10% circa dell’area urbana è composta da riserve naturali, elemento che la rende una meta ideale per il turismo green.

Auckland, Nouvelle-Zélande al secondo posto

Al secondo posto si piazza invece Auckland, in Nuova Zelanda. Questa città può vantare il record di presenza di foreste, il 33,5%. Qui ogni abitante ha a disposizione ben 288, 89 metri quadri di bosco.

Bratislava, terzo posto

Sul terzo gradino del podio troviamo invece Bratislava con i suoi 333 metri quadri di spazi versi per abitante, di cui 200 di foreste e boschi.

Clicca qui per vedere la classifica completa 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.