metrozeroUn sistema di arredo vivo per terrazzi che trasforma rifiuti organici domestici in humus per coltivare in vaso ortaggi e fiori per autoconsumo. È il prodotto, denominato metrozerø come la startup che l’ha realizzato, vincitore della terza edizione della Startup Battle, come ha annunciato Clhub (venture incubator internazionale con focus sui settori Clean, Agri, IoT e Digital). Il premio, conferito nel corso della finale del primo format televisivo basato sulla competizione tra startup andata in onda su Videolina lo scorso 29 dicembre, consiste in un investimento di 20.000 Euro e nell’accesso diretto al programma “We START you UP” di Aruba Cloud“. Si tratta, in particolare, di un percorso cloud pensato per sostenere le startup durante il loro processo di sviluppo e per promuovere i talenti ed i progetti innovativi in ambito digitale. L’obiettivo, spiega una nota, è inoltre  quello di “fornire alla startup le migliori tecnologie e innovazioni cloud per accompagnarla sul mercato per favorirne il successo”.

Questo risultato – sottolinea in nota Daniele Madeddu, cofounder di metrozerø  è un grande onore per noi, ma soprattutto una grande occasione, per cui sentiamo la responsabilità di non doverla assolutamente sprecare. Non vediamo l’ora di cominciare a lavorare con Clhub per cercare di trasformare la nostra idea in qualcosa di utile e di valore, per noi, per  voi e per tutta la Sardegna, perchè abbiamo l’ambizione di tenere in questa bella Isola il cuore della nostra iniziativa imprenditoriale. Grazie a Clhub per l’organizzazione, in particolare a Giovanni, Riccardo e Damiano che ci hanno seguito giorno per giorno nell’ultimo mese. Complimenti a tutte le startup che hanno partecipato e si sono messe in gioco insieme a noi, in particolare a quelle che hanno condiviso con noi gli InnDays, e soprattutto a Manuel e Federico di K-Smart, e Sergio di Osteolab, che sono giunti con noi all’atto finale. L’augurio, per tutti, è che questo sia solo il primo passo di un percorso di crescita che sia ricco di soddisfazioni e possa dare contributi importanti allo sviluppo dell’economia sarda.”

La giuria

A comporre la giuria di esperti sono stati: Riccardo Sanna, CEO e co-founder di Clhub, Giovanni Sanna,  Executive Chairman e co-founder di Clhub, Enrico Gaia, commercialista, Valter Songini, Responsabile Comunicazione di Sardegna Ricerche, Alfonso Pecoraro Scanio – Presidente Fondazione UniVerde e giornalista.

Il 2017 – spiega in nota Giovanni Sanna – è stato per Clhub un anno assolutamente intenso che non ci ha visto solo rafforzare il nostro modello di business, ma anche il nostro portfolio che con l’ingresso di metrozero vede un’altra startup Cleantech aggiungersi alle altre, rafforzando così il carattere Green che il nostro Venture Incubator ha assunto”.

È importante questa voglia di cambiare, soprattutto se questa voglia è legata a temi Green e Agro, che sono molto sardi – afferma in nota Alfonso Pecoraro Scanio  quest’isola senza pensare all’ambiente o senza un’agricoltura innovativa rischia di perdere una vocazione importantissima. Io credo che la cosa fondamentale non sia avere l’idea, ma avere perseveranza in modo che le idee possano durare”.

Partner dell’iniziativa

I partner dell’iniziativa Startup Battle sono: Aruba Cloud, TIM WCAP, Equinvest. Il progetto ha il patrocinio di Regione Autonoma della Sardegna, Sardegna Ricerche, Fondazione UniVerde, Italia Startup, Associazione Amerigo.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.