treni a idrogenoA partire dal 2021 in Germania potremmo vedere sfrecciare sui binari i primi treni a idrogeno. Il Paese ha, infatti, firmato un accordo con Alstom che prevede la realizzazione e la gestione di 14 treni che sfruttano questo carburante pulito. I nuovi treni, chiamati Coradia iLint, dovrebbero essere prodotti negli stabilimenti della Bassa Sassonia. Secondo l’azienda, inoltre, si dovrebbe riuscire a raggiungere con questi mezzi una velocità di 140 km/h. Il tragitto ipotizzato arriva invece a circa 1.000 km.

Una svolta nel trasporto ferroviario

“Questa giornata rappresenta una vera svolta nel trasporto ferroviario e un grande cambiamento verso un sistema di mobilità pulita”, ha comentato Gian Luca Erbacci, Vicepresidente senior per l’Europa presso Alstom, come si legge sul sito francese Science post. “Per la prima volta in tutto il mondo, un treno regionale passeggeri alimentato a idrogeno sostituirà i treni diesel, generando emissioni zero con le stesse prestazioni di un normale treno regionale e un’autonomia fino a 1.000 km”, ha aggiunto il manager.

Vantaggi ambientali

Sfruttare l’idrogeno come carburante ha enormi vantaggi in termini di impatto ambientale. Quando si usa questo tipo di combustibile le emissioni sono costituite solo di vapore acqueo, elemento questo che li rende un’alternativa interessante al diesel.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.