Europarlamento rinvia proposte di riforma per trasporto su strada

Alcune sono contenute nel Pacchetto Mobilità. Ora al riesame della Commissione Trasporti

604

Shutterstock 200481020Il Parlamento europeo ha respinto gli emendamenti alle proposte di riforma del settore del trasporto su strada rinviandoli alla Commissione per i Trasporti per un riesame, ai sensi dell’articolo 59, paragrafo 4, del regolamento del Parlamento.

Nella votazione del 4 luglio a Strasburgo gli eurodeputati si sono così espressi:

 

  • 103 a favore, 551 contrari e 29 astensioni sulle norme sulle società fittizie e pratiche illegali nei trasporti;
  • 286 a favore, 390 contrari e 9 astensioni sulle norme sul distacco dei conducenti;
  • 229 a favore, 422 contrari e 30 astensioni sulle norme su orari di lavoro e periodi di riposo;

Il Pacchetto europeo mobilità

Fanno parte del “Pacchetto mobilità”, proposto dalla Commissione Junker a maggio 2017, le proposte su: distacco dei conducenti, periodi di riposo degli autisti e accesso alla professione di trasportatore su strada e al mercato del trasporto merci.

Erede dei pacchetti “L’Europa in movimento” di maggio e novembre 2017, quello sulla mobilità prevede una serie di misure inserite in un piano integrato per spingere la decarbonizzazione nel settore dei trasporti. In estrema sintesi, si tratta di: misure di sicurezza per veicoli e infrastrutture; prime norme in materia di CO2 per veicoli pesanti; un piano d’azione strategico per lo sviluppo e la produzione di batterie in Europa e una strategia di lungo periodo sulla mobilità del presente/futuro, connessa e automatizzata.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.