Il quadro dell’utilizzo delle fonti rinnovabili in Lombardia – Focus su fotovoltaico

24

L’energia complessivamente prodotta da fonti rinnovabili (termiche ed elettriche) in Lombardia nel 2012 è pari a 2,36 milioni di tep, vale a dire il 9,4% dei consumi finali lordi. La quota di FER elettriche ammonta a 1,26 milioni di tep: a fine 2012 risultano installati impianti a fonte rinnovabile per circa 7.700 MW di potenza elettrica, di cui il 65% costituiti da impianti idroelettrici. Nel 2012 insieme al Veneto, che conta 64.941 impianti, la Lombardia è la regione con il maggior numero di impianti (68.434) a cui corrisponde una potenza elettrica efficiente lorda pari a 1.822 MW, con un incremento di quasi 500 MW rispetto al 2011 (48.704 impianti) e di 1.800 MW sul 2007, anno in cui si contavano sul territorio lombardo appena 1.328 impianti (8,7 MW).

FV Conto Energia

Andamento cumulativo del numero e della potenza complessiva degli impianti FV in Conto Energia (Elaborazioni Finlombarda da dati Atlasole GSE S.p.A. – aggiornamento ottobre 2013)

Anche in Lombardia, quindi, negli ultimi sei anni il Conto Energia ha contribuito a diffondere in modo considerevole questa fonte rinnovabile: il grafico relativo all’andamento cumulativo del numero e della potenza complessiva degli impianti in Conto Energia evidenzia un progressivo aumento del numero, di circa 20.000 unità all’anno a partire dal 2010 in concomitanza dell’avvio del Terzo Conto Energia, con un picco di circa +25.000 impianti tra il 2011 e il 2012. I primi dati disponibili sul 2013, invece, mostrano un rallentamento: a ottobre 2013 gli impianti risultano essere 76.734 con un incremento di 9.000 unità rispetto al 2012 (+ 5,4% di potenza installata), anche a causa della fine del Quinto Conto Energia. La distribuzione percentuale degli impianti nelle provincie lombarde conferma il primato di Brescia con 15.690 impianti (3,3%) e una potenza installata di 363,3 MW e a seguire Bergamo e Milano (http://www.energialombardia.eu/fer/fv).

Da notare che nella provincia di Sondrio tra il 2011 e il 2012 si è registrato un +42% di numerosità di impianti (da 2.121 nel 2011 a 3.006 nel 2013) e un +59% di potenza installata (da 28,5 MW nel 2011 a 45,3 nel 2012). Tra le regioni del Nord Italia la Lombardia (76,3 Kw) si contende con il Veneto (80,5) anche il primato della potenza installata per Kmq. Diversa, invece, la situazione per quanto riguarda la potenza media pro-capite installata: al netto degli impianti a terra in Lombardia la potenza media è di 162 Watt. Per quanto riguarda il rapporto tra potenza e tipologia di sito, sul territorio nazionale il 43% della potenza è installata a terra, il 48% su edifici, il 6 % su pensiline e serre e il restante 3% su “altro” (ad esempio barriere acustiche autostradali).

La collocazione su edifici prevale al Nord, in particolare in Trentino Alto Adige per il 91%, in Valle d’Aosta per l’84% e in Lombardia per l’80% della potenza installata. In quest’ultima la distribuzione degli impianti sul territori, se confrontata con i dati del Catasto Energetico degli Edifici, appare a “macchia di leopardo”: le installazioni prevalgono nell’area prealpina (provincia di Sondrio) e nel bresciano e mantovano (http://www.energialombardia.eu/fonti_rinnovabili).

Print Friendly, PDF & Email