Storage elettrico, 2015 anno d’oro per gli USA

33

La capacità dello storage elettrico degli Stati Uniti è cresciuta del 243% nell’ultimo anno. Ad affermarlo il rapporto U.S. Energy Storage Monitor 2015 Year in Review redatto da GreenTechMedia.

Negli ultimi 3 mesi del 2015 sono stati schierati 112 MW di sistemi di accumulo, solo questa cifra è superiore al totale di tutto lo storage installato nel 2013 e nel 2014. I numeri, stando a quanto riporta GreenTechMedia, sarebbero sintomatici della rivoluzione energetica attualmente in corso nel Paese. “Lo storage energetico sta cambiando il paradigma di come produciamo, distribuiamo e usiamo energia” ha commentato Matt Roberts, Executive Director dell’Energy Storage Association. “Con una previsione di crescita per i prossimi cinque anni, le soluzioni di accumulo energetico renderanno più intelligenti e dinamici i servizi, permetteranno di rispondere ai picchi di domanda e consentiranno l’espansione della produzione da eolico e solare”.

Negli ultimi anni l’innovazione tecnologica in questo settore è stata condotta sia da grandi nomi, come Tesla o General Electric, sia da piccole imprese, come le meno conosciute Calmac, Greencharge, Networks e AES. Attraverso l’accumulo energetico sarà possibile rendere più resiliente la rete ai picchi di domanda e affidabile rispetto la produzione da fonti rinnovabili.

Print Friendly, PDF & Email