Stampa 3d, da Israele la tecnica per celle solari più produttive ed economiche

35

Si chiama PTP, acronimo per Pattern Transfer Printing, il nuovo metodo di stampa in 3D pensato dalla startup israeliana Utilight per produrre celle solari in modo più veloce ed economico delle tecniche tradizionali.

Il metodo è più efficace se si tratta di produzione su larga scala, in quanto si adopera meno materia prima durante il processo di stampa, come la pasta d’argento, e si favorisce la maggiore produzione di energia per singola cellula.

È facilmente integrabile in qualsiasi sistema di produzione esistente in quanto richiede solo l’installazione di un modulo supplementare. E utilizza le stesse basi metalliche e le stesse sequenze, cambia il modo in cui lo strato di metallo viene applicato sulla placca di silicio. Il risultato, come promesso dalla startup, è un modulo fotovoltaico con rendimento energetico al minuto più elevato e una vita più lunga delle celle.

Al momento PTP ha ricevuto un sostegno economico di 4,5 mld di dollari da parte di investitori come Robert Bosch Venture Capital, I2BF Global Ventures e Waarde Capital. Ad appoggiarlo anche lo Scienziato Capo d’Israele, tra le cariche più importanti nel Paese.

Qui il video che illustra il progetto.

Print Friendly, PDF & Email