La correlazione tra elevati livelli di inquinamento e patologie di carattere fisico è un fenomeno ormai provato da diversi studi scientifici. Tuttavia i rischi dell’esposizione a un’aria contenente elevate concentrazioni di sostanze tossiche non si limitano solo a quest’ambito, ma riguarderebbero anche le performance di carattere intellettivo. In sostanza più respiriamo aria inquinata più potremmo danneggiare la nostra intelligenza. A dirlo, come si legge in un articolo della testata inglese Guardian, è uno studio realizzato in Cina da un team eterogeneo di ricercatori che ha preso in esame i test di lingua e aritmetica di 20.000 persone nel periodo compreso tra il 2010 e il 2014.

Calo nelle performance linguistiche e aritmetiche

Dallo studio, che è pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, è emerso in particolare come il campione abbia mostrato una riduzione delle performance nei test linguistici e aritmetici. In generale, spiega lo studio, l’impatto dell’inquinamento sull’intelligenza di un individuo potrebbe addirittura arrivare a tradursi in un fenomeno equivalente alla perdita di un anno di istruzione.

Abilità linguistiche, le più danneggiate

Gli studiosi, spiega l’articolo del Guardian, hanno inoltre scoperto come maggiore era il tempo di esposizione alle sostanze inquinanti, maggiore era il danno subito. Nello specifico a essere più colpite erano le competenze linguistiche rispetto a quelle matematiche. Inoltre gli uomini risultavano più esposti agli effetti deleteri dell’inquinamento sull’intelligenza rispetto alle donne.

Print Friendly, PDF & Email