La questione dell’inquinamento da plastica è un tema sempre più caldo a livello globale. Tante le iniziative promosse in tutto il mondo per cercare di arginare il fenomeno e diversi gli Stati che hanno deciso di porre delle limitazioni nell’uso di questo materiale. Tra questi anche lo stato africano del Burundi che, come il Cile e il Rwanda, ha deciso di vietare l’utilizzo di sacchetti realizzati in plastica non biodegradabile. Il provvedimento dovrebbe entrare in vigore a partire dal 2020.

Il divieto

Secondo l’Associate France Presse che riporta la notizia, il divieto riguarderà la fabbricazione, l’importazione, la conservazione, la vendita e l’uso di sacchetti e altri imballaggi in plastica.

Alcune deroghe

Tuttavia sono previste delle deroghe. E’ ad esempio possibile utilizzare sacchetti in plastica biodegradabile oltre a materiali plastici impiegati in ambito medico (ad esempio imballaggi industriali e farmaceutici). In questi casi sarà necessaria un’autorizzazione speciale.

Print Friendly, PDF & Email