Ad Expo 2020 vince l’architettura 2.0

19

Arrivano da Copenaghen, New York, Londra ed Eden (in Cornovaglia) le fortunate proposte selezionate per la realizzazione dei tre padiglioni tematici Opportunità, Mobilità e Sostenibilità di Expo 2020.

Le proposte sono arrivate dai tredici più famosi studi di architettura del mondo. “Opportunità” sarà realizzato dal gruppo di architetti Bjarke Ingels Group (BIG), “Mobilità” da  Foster + Partners e  “Sostenibilità” dallo studio Grimshaw. Oltre a fornire un’esperienza coinvolgente per i visitatori, i vincitori hanno dovuto rispondere al criterio della “longevità”: le strutture diventeranno dei punti di riferimento anche dopo la fine di Expo nel 2021.

I vincitori sono stati resi noti oggi dallo Sceicco Ahmed Bin Saeed Al Maktoum, Presidente del Comitato Superiore di Expo e Presidente dell’aeroporto di Dubai e di Emirates Airline, e dalle aziende leader nello sviluppo di Emaar Properties. Il concorso, lanciato nel luglio 2015 da Emaar Properties, ha visto sfidarsi tredici famosi studi di architettura di tutto il mondo.

Clicca sotto per vedere la fotogallery delle tre proposte vincitrici.

Expo2020

Print Friendly, PDF & Email