idrogeno

La capacità globale di produzione degli elettrolizzatori non sarà tale da soddisfare la domanda di idrogeno verde entro il 2030. Lo rivela l’analisi della società di servizi finanziari Jefferies.

La capacità di produzione degli elettrolizzatori sarà insufficiente

Nel rapporto Plugging into the hydrogen ecosystem, l’istituto finanziario statunitense stima che la capacità degli elettrolizzatori al 2030 raggiungerà i 47 GW, ma potrebbe rientrare tra i 30 e i 40 GW. Questa previsione si discosta dagli scenari dell’Agenzia internazionale dell’energia che punta a ben 180 GW di elettrolizzatori in uso entro la data target, mentre il piano per le emissioni nette zero al 2050 richiederebbe addirittura 850 GW. Secondo l’Aurora energy research, inoltre, l’attuale capacità globale installata di elettrolizzatori è attualmente pari a 200 MW.

Leggi anche Cosa manca all’Italia per creare il mercato dell’idrogeno verde

Sviluppare il settore dell’idrogeno verde per aumentare la capacità di fornitura

L’analisi suggerisce che l’attuale domanda di idrogeno, nelle applicazioni industriali, equivale a 550-1800 GW di elettrolizzatori rispetto alle attuali capacità di fornitura di circa 3 GW all’anno. Molto ben al di sotto delle aspettative, secondo lo studio.

Il rapporto afferma inoltre che la domanda iniziale di idrogeno verde giungerà dagli utenti esistenti, come ad esempio la metallurgia, piuttosto che da nuovi settori come quello dei trasporti. Jefferies critica l’idrogeno blu spiegando che la sua quota di mercato sarà di gran lunga inferiore al verde, in parte a causa dei costi e in parte alla diffusione della tecnologia.

Un’altra previsione è quella relativa al costo dell’H2 verde che, secondo le stime, oscillerà tra 1,25 e 2,00 dollari (tra 1,11 e 1,77 euro) per kg entro il 2030. Le ragioni per le quali l’idrogeno blu non è funzionale a colmare il divario della domanda di idrogeno verde sono così individuate:

  • l’80% del carbonio catturato viene utilizzato nei pozzi petroliferi per favorire una maggiore estrazione di idrocarburi.
  • di tutte le emissioni di carbonio, meno dello 0,1% viene attualmente catturato e immagazzinato.

Leggi anche Sviluppare la filiera dell’idrogeno verde: l’Italia sarà all’altezza della sfida?

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.