Smartcityanto E1521566665660Il mercato della smart energy community dovrebbe arrivare ad attestarsi a 63,9 miliardi di dollari entro il 2030. Il tutto con un tasso di crescita annuale composto (Cagr) del 10%. A dirlo è uno nuovo rapporto di Guidehouse insights, che analizza l’andamento delle tecnologie che supportano lo sviluppo di comunità energetiche intelligenti.

Smart energy community e riduzione delle emissioni

“La necessità di comunità energetiche intelligenti è guidata principalmente dalla necessità di aumentare la resilienza energetica e ridurre le emissioni di carbonio”, afferma in una nota  Eric Woods, direttore della ricerca di Guidehouse insights.Anche i consumatori esprimono interesse nell’utilizzo di energia generata localmente, che  possono in parte controllare. Anche altri sviluppi nel campo dell’energia pulita, come l’espansione della proprietà dei veicoli elettrici, stanno influenzando nuovi approcci all’approvvigionamento energetico della comunità“.

Gli ostacoli alle smart energy community

Sebbene le sfide tecnologiche esistano ancora, il più grande ostacolo al rapido dispiegamento delle comunità energetiche intelligenti è la necessità di una gestione complessa delle parti interessate. “Le richieste a volte contrastanti di residenti, governo locale, fornitori di energia, gestori di rete, regolatori e sviluppatori immobiliari devono essere tutte bilanciate. La comunicazione aperta e trasparente tra le parti interessate e il coinvolgimento precoce della comunità sono quindi fondamentali per progetti di successo”, spiega il report.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.