La sfida principale che il SNPA dovrà affrontare per dare piena uniformità comportamentale al settore dei controlli ambientali riguarda la piena individuazione e l’adozione dei Livelli essenziali delle prestazioni tecniche ambientali (Lepta). Questi parametri stabiliscono quali sono i livelli ottimali in termini di: controllo della qualità dell’aria; quantità di analisi sulle acque dei fiumi, laghi e mari; quantità di ispezioni per elevare gli standard di tutela delle strutture produttive del Paese; tipologia dei dati utili alla conoscenza della situazione rifiuti o consumo di suolo.

L’urgenza è emersa nel corso della prima conferenza SNPA con cui il Sistema si è presentato al Paese. I Livelli sono ancora cosa teorica. Introdotti con la legge 132/2016, dovranno essere adottati con decreto del presidente del Consiglio dei ministri su suggerimento del ministro dell’Ambiente dopo il confronto con i tecnici del Sistema. La tempistica resta un’incognita.

Con il direttore generale dell’Arpa Basilicata Edmondo Iannicelli abbiamo fatto il punto sulle criticità emerse in sede d’evento in merito alla futura elaborazione e adozione dei Lepta.

Cosa sono e quando vengono introdotti i Livelli essenziali delle prestazioni tecniche ambientali-Lepta?

Quali sono le difficoltà sui Livelli evidenziate dagli addetti ai lavori durante il tavolo di confronto nella prima di queste due giornate di conferenza?

Se non troveranno il giusto finanziamento ci sarà un rischio tangibile per i cittadini?

Il mancato rispetto dei Lepta potrebbe incidere sulla spesa pubblica sanitaria?

Alcova, Viggiano, Val d’Agri, Tempa Rossa: come l’Arpa Basilicata protegge la propria terra e i cittadini e come potrebbe farlo meglio con i Lepta?

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
CONDIVIDI
Ivonne Carpinelli
Giornalista con la passione per l'ambiente e l'energia lavoro con Gruppo Italia Energia dal 2014. Mi occupo anche di mobilità dolce e alternativa, nuove costruzioni, economia circolare, arte e moda sostenibile. Esperta nella gestione dei social network e nel montaggio video non esco mai senza penna, taccuino e... smartphone.