Esperto sistema rifiuti ESRSono state rilasciate da Intertek le prime certificazioni italiane di Esperto sistema rifiuti (Esr), nuova figura professionale per il quale l’associazione Eptas (Esperti della prevenzione per la tutela dell’ambiente e della salute) ha creato i Masterplus.

Esperto sistema rifiuti

Il riconoscimento di Esr certificato è stato conferito alla dottoressa Eliana Veronese, product stewardship – regulatory affairs manager e alla dottoressa Simona Musti, Ehs – rc expert, entrambe di Basf Italia S.p.a. Le due nuove Esr sono state inserite nell’apposita banca dati Accredia.

Il ruolo che ricopro mi porta a lavorare a stretto contatto con i reparti di produzione e a fornire loro supporto su diversi fronti, tra cui la corretta gestione dei rifiuti e il loro smaltimento”, afferma la dott.ssa Eliana Veronese in una nota stampa. “Con la formazione di Eptas abbiamo fin da subito acquisito competenze trasversali sul mondo dei rifiuti e la capacità di rispondere in modo più autorevole alle richieste dei reparti in un quadro normativo europeo sempre più complesso e spesso di difficile interpretazione”.

Grazie alle competenze acquisite – aggiunge la dott.ssa Simona Musti – porteremo in azienda (…) una visione completa circa l’intero processo di gestione consente di avvicinarsi a modelli virtuosi di economia circolare innescando inevitabili impulsi alla crescita economica”.

Questa nuova figura professionale nasce dall’esigenza di supportare le aziende nel loro approccio alla sostenibilità, oramai imprescindibile, ma ancora più complesso se lo si rapporta alla gestione dei rifiuti.

Il Masterplus concepito da Eptas per la formazione degli Esr prepara figure professionali capaci di gestire in modo corretto l’intera filiera del rifiuto, garantendo il rispetto degli obblighi previsti per ciascuna fase. 

Inoltre, la certificazione rilasciata da Intertek ha validità sia su tutto il territorio europeo, garantita dall’accreditamento dello schema di certificazione da parte di Accredia (Ente unico nazionale di accreditamento), che nel resto del mondo, poiché aderisce allo Iaf (Istituto di alta formazione).

La responsabilità amministrativa

L’esperto nel sistema rifiuti è una figura diventata ancora più fondamentale con il D.lgs 231/2001, che introduce il principio della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche per i reati commessi da manager, dipendenti e fornitori. Questa fattispecie di responsabilità ha come conseguenza, oltre a pesanti effetti patrimoniali, la revoca dell’autorizzazione allo svolgimento dell’attività o al commissariamento. Pertanto, avere un esperto del sistema rifiuti permette alle aziende di liberarsi di questa responsabilità, dimostrando di aver messo in pratica un modello organizzativo, di gestione e controllo conforme ai requisiti del succitato decreto. 

“Operiamo in tutto il mondo e supportiamo quindi le certificazioni internazionali. Siamo orgogliosi della certificazione Esr conseguita dalle colleghe che riconosce la nostra capacità di gestire in modo sempre più attento e responsabile i rifiuti in un’ottica di maggiore attenzione agli impatti ambientali”, spiega Filippo Di Quattro, operations director Basf Italia. 

Il programma del master

Il corso del master, suddiviso in moduli formativi, fornisce una formazione a tutto tondo sotto il profilo tecnico, amministrativo ed economico. Tra le materie trattate ci sono: la gestione tecnica, ovvero la corretta interpretazione dei certificati analitici, della classificazione, dell’attribuzione delle frasi Hp, delle disposizioni Adr e dell’idoneo destino del rifiuto. La gestione amministrativa: la corretta e puntuale compilazione dei Fir, del registro di carico/scarico e del Mud. La gestione economica, cioè l’ottimizzazione dei costi per l’individuazione del destino del rifiuto (smaltimento o recupero) mediante il supporto al datore di lavoro.

“Dopo la lunga attesa causata dall’emergenza Covid anche i Masterplus per la nuova figura dell’esperto sistema rifiuti sono partiti a pieno ritmo, sulla scorta dell’esperienza pregressa dei Masterplus per il Responsabile schede dati di sicurezza (Rsds). L’ottimo lavoro di squadra svolto con Intertek e Accredia ci ha consentito di dare la miglior collocazione strategica ai profili professionali di Esr e Rsds, sempre più centrali per i processi virtuosi delle imprese” aggiunge il presidente di Eptas Alessandro Ricci. 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.