Parcostelvio 1024x683Il parco dello Stelvio è stato incluso tra le 34 aree protette italiane certificate come destinazioni turistiche sostenibili, che in Europa sono in totale 110. Ieri a Bruxelles, presso il Comitato Europeo delle Regioni, si è svolta la cerimonia di consegna al Parco della Carta Europea del Turismo Sostenibile nelle Aree Protette – CETS. Il riconoscimento, assegnato da Europarc Federation, attesta il processo partecipativo di un Parco con gli operatori turistici finalizzato a diventare destinazioni turistiche sostenibili.

Italia, Paese in crescita sullo sviluppo sostenibile

“La folta presenza, tra i premiati, di parchi italiani – sottolinea in nota il vicepresidente Mario Toninatestimonia un percorso di crescita del nostro Paese sui temi dello sviluppo sostenibile. In questo percorso il Trentino, che con lo Stelvio completa la certificazione di tutto il sistema provinciale delle aree protette, si conferma come capofila. Anche il riconoscimento dato a Marco Katzemberger per l’hotel Caminetto di Folgarida ha un grande significato perché evidenzia le opportunità di crescita che il tema della sostenibilità dello sviluppo turistico ha presso gli operatori del settore ricettivo. Il premio a Katzemberger è un riconoscimento a tutti quegli operatori turistici – e sono tanti – che nei loro comportamenti aziendali hanno il coraggio di fare scelte, piccole o grandi, che sappiano guardare oltre il quotidiano”.

“Un passo fondamentale”

La CETS – ha sottolineato in nota Romano Stanchina, dirigente del Servizio Aree Protette della Provincia di Trentoè un passo fondamentale per l’attuazione delle linee guida per lo sviluppo turistico sostenibile nel Parco Nazionale dello Stelvio. I tre settori lavorano insieme in questi mesi per definire il Piano e il Regolamento del Parco. La CETS è la via per lavorare insieme sulle azioni concrete, è una palestra per la collaborazione tra i tre settori ma anche uno straordinario strumento per coinvolgere gli stakeholders locali”.

Le altre certificazioni ottenute

La certificazione al Parco Nazionale dello Stelvio arriva dopo quella già ottenuta dal Parco Naturale Adamello Brenta (nel 2006, confermata nel 2012 e 2018), dal Parco Paneveggio Pale di San Martino nel 2015 e dal sistema delle Reti di Riserve nel 2017.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.