In un contesto globale che vede il consumatore sempre più attento ai temi della sostenibilità ambientale, questo fattore non rimane confinato agli ambiti di natura etica, ma impatta in modo concreto anche sulle performance economiche delle aziende. Da questo trend non fa eccezione il comparto del lusso, dove i brand che non soddisfano le aspettative in ambito green dei consumatori corrono il rischio di vedere ridotte le loro entrate. A dirlo è il nuovo Libro Bianco, Sustainability in Luxury Packaging – La Sostenibilità nel Packaging del Settore Lusso, realizzato da Asia Pulp & Paper (APP) sulla base di uno studio commissionato all’Istituto di Ricerca Smithers Pira che ha esplorato le opinioni sul packaging dei prodotti di lusso dei consumatori britannici, francesi e italiani.

78% dei consumatori pagherebbe di più per prodotti green

Dai dati emerge in particolare come il 78% dei consumatori pagherebbe un sovrapprezzo per prodotto di lusso se il packaging fosse realizzato in maniera sostenibile. Inoltre, un quarto dei consumatori (26%) ammette che prima dell’acquisto di un prodotto di lusso non controlla se il brand sia sostenibile perché non ha a disposizione strumenti adeguati per conoscere questi elementi. Ciò mostra come spesso anche imprese che portano avanti progetti green lungo tutta la filiera non riescono a comunicare i risultati ottenuti in modo efficace.

Le aspettative dei consumatori

Se si analizzano in dettaglio le aspettative dei consumatori, emerge come il 71% del campione si aspetti scelte sostenibili dai brand, ad esempio in tema di imballaggi. Le imprese del settore che non ritengono strategico quest’aspetto potrebbero registrare perdite economiche. Circa il 24% di chi acquista, infatti, decide di non optare per un prodotto se un marchio non è in grado di provare la propria sostenibilità.

Driver di scelta dei consumatori

A determinare le scelte di acquisto sono la qualità (93%), seguita da caratteristiche di prodotto capaci di riflettere la propria personalità (80%) e dal packaging sostenibile con il 72%.

Confronto a livello europeo

La ricerca mostra inoltre come, in termini di standard di qualità dei prodotti di lusso, gli italiani occupino le prime posizionino a livello europeo, con 8 consumatori su 10 (80%) che pongono molta enfasi sulla qualità del prodotto. I consumatori italiani sono quelli più propensi a controllare le etichette di un prodotto per verificarne la sostenibilità (37%), rispetto al 26% nel Regno Unito e al 22% in Francia.

Packaging e sostenibilità sempre più importanti per i consumatori

“La nostra ricerca – spiega in nota Liz Wilks, Asia Pulp & Paper – dimostra quanto, per i consumatori, packaging e sostenibilità stiano diventando sempre più importanti nel processo d’acquisto di un prodotto di lusso. La sostenibilità del prodotto è fondamentale, ma lo è altrettanto il territorio da cui il prodotto proviene. Packaging e prodotto ormai viaggiano sempre di più di pari passo nella mente dei consumatori, che sono più consapevoli degli impegni di un brand verso un approccio sostenibile, l’approvvigionamento responsabile e la conservazione dell’habitat. È importante quindi che sia i brand del lusso, sia l’industria del packaging includano questi tre elementi nelle loro comunicazioni”. 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.