CO2

Anfia (Associazione nazionale filiera industria automobilistica) ha partecipato il 23 giugno al Tavolo Automotive convocato al ministero dello Sviluppo economico e presieduto dal ministro Giancarlo Giorgetti, alla presenza dei ministri per la Transizione ecologica Roberto Cingolani, dell’Economia e delle finanze Daniele Franco, delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini e del Lavoro Andrea Orlando. Le richieste avanzate su emissioni CO2 e risorse del fondo Automotive.

Target di riduzione CO2

Temi prioritari per la filiera automotive italiana, esposti dal presidente di Anfia Paolo Scudieri. La prima richiesta portata all’attenzione del Tavolo è quelle di una mitigazione dei target di riduzione delle emissioni di CO2 per auto e veicoli commerciali leggeri al 2035 da parte degli Stati membri, nel prossimo Consiglio Ambiente in programma il 28 giugno.

Leggi anche La mobilità sostenibile del futuro sarà collettiva, su gomma e intermodale

Valorizzare il fondo Automotive

In secondo luogo, la valorizzazione delle risorse del fondo Automotive da 8,7 miliardi di euro, “accelerando nella definizione degli strumenti di sostegno alla riconversione industriale e alla crescita dimensionale delle imprese e apportando qualche modifica agli incentivi già in vigore per le categorie di veicoli la cui domanda stenta a decollare”, si legge nella nota.

Leggi anche Una Global Mobility Call per unire gli attori dell’automotive sostenibile

Sostegno al mercato zero emissioni

La transizione del settore ha bisogno del lavoro sinergico di tutte le Istituzioni competenti. Lo dichiara nella nota il presidente di Anfia, Paolo Scudieri, a margine del Tavolo: “Anfia proseguirà nella collaborazione quotidiana con il Governo, in rappresentanza di proposte e fabbisogni delle imprese della filiera automotive, per affrontare la transizione ecologica, per il sostegno al mercato delle tecnologie a zero e a bassissime emissioni e per la diffusione della rete infrastrutturale pubblica e privata”.

Leggi anche E-mobility, il ruolo delle politiche industriali tra presente e futuro

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.