La crisi causata dalla pandemia sta danneggiando la crescita globale della capacità di energia rinnovabile, senza però arrestarla. A sottolinearlo è uno studio realizzato dall’Aie, Agenzia internazionale per l’energia. Secondo i dati previsionali elaborati la crescita “dovrebbe riprendere il prossimo anno”. Questo trend è legato al fatto che la maggior parte dei progetti ritardati tornerà a procedere e richiederà una continuazione di politiche governative di supporto.

Aie: “Nuova capacità di energia da fer in calo nel 2020″

Nonostante finora il comparto fer abbia mostrato di essere in grado di recuperare in modo “impressionante”, spiega l’agenzia, la nuova capacità totale vedrà un calo del 13% rispetto al 2019. La nuova capacità dovrebbe attestarsi, secondo le previsioni, a 167 GW nel 2020.

La capacità globale di fer rimane in crescita nonostante la pandemia

Il declino della nuova capacità riflette i possibili ritardi nell’attività di costruzione causati da interruzioni della catena di approvvigionamento. A ciò si aggiungono misure di blocco e linee guida sul distanziamento sociale, nonché emergenti sfide finanziarie. Tuttavia nonostante questo rallentamento, la capacità totale di energia fer crescerà ancora del 6% nel 2020, stando ai modelli previsionali dell’Aie.

Fer elettriche, Birol (Aie) “La resilienza al Covid non va data per scontata”

“La resilienza del settore dell’elettricità rinnovabile agli impatti della crisi di Covid-19 è una buona notizia, ma non può essere data per scontata”, sottolinea in nota Fatih Birol, direttore esecutivo dell’Aie.

Crescita a ritmo più lento

 “I paesi continuano a costruire nuove turbine eoliche e impianti solari, ma a un ritmo molto più lento. Anche prima della pandemia di Covid-19, il mondo aveva bisogno di accelerare significativamente il dispiegamento delle energie rinnovabili per avere la possibilità di raggiungere i suoi obiettivi energetici e climatici“, aggiunge. 

Le sfide della transizione

“Tra le straordinarie sfide economiche e sanitarie di oggi, i governi non devono perdere di vista il compito essenziale di intensificare le transizioni di energia pulita per consentirci di uscire dalla crisi su un percorso sicuro e sostenibile”, conclude.

Il solare fotovoltaico

Per quanto riguarda in particolare il solare fotovoltaico, il report stima che rappresenterà   oltre la metà dell’espansione prevista per l’energia rinnovabile nel 2020 e nel 2021. Nonostante ciò, la nuova capacità dovrebbe calare da 110 GW nel 2019 a oltre 90 GW nel 2020. I progetti di solare fv su larga scala dovrebbero risalire nel 2021, “ma nel complesso è improbabile che le installazioni superino i livelli del 2019”, spiega l’Aie.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.