A ottobre caldo eccezionale in Europa. Copernicus registra un altro primato

L’Europa ha registrato a ottobre un caldo eccezionale. E’ stato l’ottobre più caldo di sempre, con temperature di quasi 2°C superiori al periodo di riferimento 1991-2020.

In Canada abbiamo riscontrato temperature molto alte, mentre tempo più caldo della media de si sono verificate anche in Groenlandia e Siberia. Nel frattempo, temperature più fredde della media sono state trovate in Australia, nell’estremo oriente russo e in alcune parti dell’Antartide occidentale.

C3s Ottobre 2022 2 E1667914894807 300x130

Anomalia della temperatura dell’aria superficiale di ottobre 2022 rispetto alla media per il periodo 1991-2020. Fonte dei dati: Era5. Credito: Copernicus Climate Change Service/Ecmwf.

Caldo eccezionale in Europa

A partire dal 1979, ottobre 2022 ha riportato valori caldi da primato in Austria, Francia, Germania, Italia, Spagna e Svizzera.

In particolare, nella porzione occidentale, le temperature giornaliere sono salite a livelli eccezionali, con valori superiori a 30°C in Francia e Spagna , compreso l’ultimo dato, il 16 ottobre, di 30°C a Bordeaux .

Anche Austria e Svizzera hanno registrato i loro ottobre più caldi mai registrati. l’Austria ha riportato anche la sua notte di ottobre più calda con 20,4°C.

Questa è ora registrata come l’ultima notte tropicale nella storia dell’Austria. La notte tropicale si verifica quando le temperature non scendono sotto i 20°C nelle 24 ore.

Sono stati i venti prevalenti da sud-ovest in tutta l’Europa occidentale a portare aria più calda del normale, spirando verso nord.

Il resto del Pianeta

In Canada e nelle regioni occidentali degli Stati Uniti le temperature sono state superiori alla media. Nella Columbia Britannica, sono state 3°C superiori al normale.

Gran parte della Groenlandia e della Siberia avevano valori molto al di sopra della media, sebbene le anomalie della Groenlandia fossero inferiori a quelle osservate lo scorso settembre.

Anche il Medio Oriente, l’Iran e la metà meridionale dell’Africa hanno avuto condizioni più calde della media.

In Antartide alcune regioni hanno rilevato temperature superiori altre inferiori alla media, rispettivamente nei settori Atlantico/Indiano e Pacifico.

Infine, temperature al di sotto della media si sono verificate in particolare in Australia occidentale.

Anche gli Stati Uniti sudorientali, alcuni territori messicani, Sud America, Africa settentrionale, zone sparse in Asia e l’estremo oriente della Russia hanno sperimentato condizioni più fredde della media.

Oceani

Le temperature sulla superficie sono state variabili sui principali bacini oceanici. Superiori alla media sulla maggior parte dell’Atlantico, dell’Artico, Pacifico nord-occidentale e in una fascia del Pacifico meridionale che si estende dall’Australia settentrionale al Sud America più meridionale.

Valori inferiori alla media su una vasta area del Pacifico orientale tropicale e subtropicale meridionale, indicativo delle condizioni persistenti di La Niña, nonché in una regione al largo della costa dell’Antartide occidentale. L’Oceano Indiano ha registrato condizioni variabili

A livello globale, ottobre 2022 è stato:

  • 0,41° C più caldo della media 1991-2020:
  • Più fresco di circa 0,04° C rispetto a ottobre 2019, l’ottobre più caldo.
  • Si colloca tra i tre successivi ottobre più caldi con differenze marginali da ottobre 2015 e 2021, rispettivamente di 0,01 e 0,03° C.

Le temperature nel Vecchio Continente

La temperatura media europea di ottobre 2022 è stata 1,92° C superiore alla media 1991-2020, quindi l’ottobre più caldo mai registrato. Circa 0,5° C più caldo del successivo ottobre più caldo che si è verificato nel 2020.

Leggi anche: L’Europa è il continente che si è scaldato più velocemente negli ultimi trent’anni

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.