ue investimenti climaDa una parte l’invito della Commissione a presentare proposte, nell’ambito del Fondo UE per l’innovazione, su tecnologie low carbon. Dall’altro l’accordo tra la Bei e la Città di Torino per l’attuazione di progetti di lotta ai cambiamenti climatici. Queste alcune iniziative promosse in questi giorni in UE per promuovere la riduzione delle emissioni.

UE, investimenti e clima: primo invito da 1 mld nell’ambito del Fondo innovazione 

La Commissione pubblica oggi il primo invito, da 1 mld di euro a presentare proposte nell’ambito del Fondo per l’innovazione. Uno strumento volto al finanziamento di tecnologie innovative a basse emissioni di carbonio, finanziato con i proventi della vendita all’asta di quote del sistema di scambio delle quote di emissione dell’UE.

Cosa finanzierà il fondo per promuovere l’innovazione dell’UE 

Il Fondo per l’innovazione, spiega una nota della Commissione, finanzierà tecnologie innovative per le energie rinnovabili, le industrie ad alta intensità energetica, lo stoccaggio di energia e la cattura, l’uso e lo stoccaggio del carbonio. Il Fondo darà impulso alla ripresa verde, attraverso la creazione di posti di lavoro locali e adeguati alle esigenze future. Il tutto “preparando il terreno per la neutralità climatica e rafforzando la leadership tecnologica europea su scala mondiale”.

Investimenti UE su clima e innovazione, deadline per accedere al fondo

Il termine per la presentazione delle domande è il 29 ottobre 2020. I progettisti possono presentare domanda tramite il portale di finanziamento e gare d’appalto dell’UE, dove sono disponibili maggiori dettagli sulla procedura generale.

“Un invito che arriva al momento giusto”

“Questo invito a presentare proposte arriva al momento giusto”, sottolinea in nota il vicepresidente esecutivo Frans Timmermans. “L’UE investirà 1 miliardo di euro in progetti promettenti e pronti per il mercato come idrogeno pulito o altre soluzioni a basse emissioni di carbonio per industrie ad alta intensità energetica come acciaio, cemento e prodotti chimici. Supporteremo anche lo stoccaggio di energia, le soluzioni di rete e la cattura e lo stoccaggio del carbonio. Questi investimenti su larga scala aiuteranno a riavviare l’economia dell’UE e a creare una ripresa verde che ci porti alla neutralità climatica nel 2050“, aggiunge.

Stanziamenti totali

Inoltre, per il periodo 2020-2030, il Fondo per l’innovazione stanzierà in totale circa 10 miliardi di euro dalla vendita all’asta di quote nell’ambito del sistema di scambio di quote di emissioni dell’UE. E questo oltre alle entrate non erogate dal predecessore del Fondo per l’innovazione, il programma Ner 300.

Accordo Bei- città di Torino

La Bei e la città di Torino hanno sottoscritto un accordo quadro per l’attuazione di progetti di lotta ai cambiamenti climatici. Con l’accordo prende il via una fase operativa basata su potenziali operazioni di finanziamento degli investimenti, assistenza tecnica per tali investimenti e cooperazione per un migliore utilizzo dei fondi strutturali dell’UE . Questo è il primo accordo sul clima della Bei con una città italiana.

I settori strategici di collaborazione

 i settori strategici di collaborazione si snodano in quattro aree chiave

  • infrastruttura verde;
  • efficienza energetica degli edifici pubblici;
  • riqualificazione degli spazi urbani e del tessuto urbano in vista dell’adattamento ai cambiamenti climatici;
  • attuazione di strumenti finanziari sostenuti dai fondi strutturali e di investimento europei (fondi Sie) in settori prioritari per lo sviluppo delle politiche di coesione, sia per quanto riguarda la fase di chiusura dell’attuale periodo di programmazione 2014-2020 sia in preparazione dell’imminente periodo di programmazione 2021-2027.
Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.