trasporto aereo American airlines

La compagnia American Airlines, lo scorso 19 aprile, ha annunciato che la Science-based target initiative (Sbti), ente che definisce le migliori pratiche per raggiungere i target di riduzione delle emissioni, ha approvato l’obiettivo che la compagnia si prefigge per il 2035, ritenendolo coerente con l’Accordo di Parigi.

Questo riconoscimento è molto importante perché è la prima compagnia aerea al mondo ad essersi prefissata un traguardo sviluppato su basi scientifiche e approvato dalla Sbti.

L’obiettivo fondato su basi scientifiche

La Sbti spiega che: i target con basi scientifiche ne devono fornire uno definito per ridurre le emissioni di gas serra e, successivamente vengono sottoposti a verifica quelli aziendali, i quali devono essere allineati a ciò che gli studi più recenti sostengono essere necessario per prevenire gli impatti del cambiamento climatico.

Dunque, dopo aver analizzato il piano della compagnia, è stato valutato che esso risponde ai rigorosi criteri degli sforzi da attuare per limitare il riscaldamento globale ben al di sotto dei 2°C.

Fissando questo scopo, la compagnia si sta impegnando a ridurre sia le emissioni dirette, che sono principalmente riconducibili al consumo di carburante per jet utilizzato in volo, che le emissioni derivanti dalla produzione del carburante che la compagnia utilizza.

Quest’ultima si sta inoltre impegnando a ridurre del 40% entro il 2035 le emissioni derivanti dalla produzione di elettricità che acquista. Il successo dell’iniziativa dipenderà da una serie di fattori, tra cui: il rinnovo della flotta e l’efficienza operativa, a carico della compagnia. Altri invece, indipendenti da quest’ultima, come la disponibilità di carburante sostenibile per l’aviazione (Saf) e lo sviluppo di aeromobili di nuova generazione.

American Airlines sarà la prima compagnia aerea al mondo ad essersi posta una tale  finalità da raggiungere approvata su basi scientifiche, la quale dovrà presentare i progressi fatti nel rapporto Esg da presentare ogni anno. Attualmente, altre 16 compagnie hanno preso lo stesso impegno.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.