Conserve ittiche a impatto energetico zero. La sfida, vinta, di “Mare aperto”

218

mare conserve itticheRealizzare conserve ittiche a impatto energetico zero. È il traguardo raggiunto da “Mare aperto” che tramite la casa madre Jealsa, dispone di parchi eolici propri e partecipati per una capacità installata complessiva di 190 MW. In questo modo l’azienda ha prodotto energia eolica a compensazione delle emissioni di CO2 di tutto il 2020.

“Siamo molto orgogliosi di essere riusciti a diventare un’azienda “carbon neutral”. La difesa delle risorse naturali è un obiettivo primario della nostra lotta al cambiamento climatico”, afferma Ángeles Claro, responsabile del programma We sea. “Tutti questi sforzi ci hanno permesso di generare annualmente elettricità equivalente al consumo annuo di 117.618 abitazioni, utilizzando solo fonti energetiche pulite e illimitate, come il vento in questo caso”.

Oltre le conserve ittiche il programma “We care&sea”

L’attività rientra nelle azioni “We care&sea” all’interno del programma di prevenzione dell’habitat “We sea”. Nel 2020 l’azienda ha raggiunto una generazione eolica di oltre 476 GWh. Una parte è stata utilizzata per compensare il consumo di elettricità dei propri stabilimenti. La restante parte ha corrisposto un risparmio di emissioni in atmosfera di 433.756 tonnellate di CO2.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.