Ecoballeok 1024x597
minambiente

I pescatori impegnati nelle operazioni di recupero delle ecoballe di combustibile solido secondario (Css) perse dalla motonave “Ivy” nel 2015 nel golfo di Follonica riceveranno 10 mila euro. A prevederli è il primo decreto di pagamento firmato dal commissario straordinario del governo, ammiraglio Aurelio Caligiore.

Apporto dei pescatori “determinante” per il recupero

“L’apporto dei pescatori e di tutte le forze impegnate nelle operazioni di recupero – si legge in una nota del Minambienteè stato determinante per prevenire un ingente danno ambientale a causa del grave pericolo di rottura delle reggette di contenimento e di dispersione dei rifiuti su una vasta superficie marina e costiera. L’importo è stato profuso come compenso per la sospensione delle attività di pesca e per l’impiego giornaliero di personale e mezzi”.

Costa: “un primo segno di gratitudine per i pescatori”

“Un primo segno di gratitudine – commenta il ministro dell’Ambiente Sergio Costa – per i pescatori che hanno dato il loro apporto alle operazioni di recupero delle ecoballe, insieme agli uomini del Reparto ambientale marino”.

 Avvio delle operazioni

Le operazioni sono state avviate lo scorso agosto dalla task force della Marina militare, coordinata dal dipartimento della Protezione civile, insieme alla Guardia costiera.

Dopo la raccolta

Una volta arrivate a terra, le ecoballe finiscono al vaglio di una società specializzata, individuata dalla regione Toscana, responsabile del successivo conferimento in discarica.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.