E’ stata spostata al 31 dicembre 2019 la deadline per il corso di aggiornamento obbligatorio dei certificatori energetici già iscritti all’elenco regionale. Il percorso formativo è previsto dal Dpr 75/2013.

Cosa è cambiato

La scadenza per la frequentazione era stata fissata in precedenza al 31 di dicembre 2018. La data è stata spostata a seguito dell’entrata in vigore, lo scorso 24 agosto, della legge regionale 44/2019. Il testo ha modificato la Lr 36/2016 permettendo ai certificatori energetici di portare a termine il percorso formativo entro il 31 dicembre 2019. Il corso dovrà avere una durata di dieci ore.

Contenuti minimi del corso

I contenuti minimi del corso saranno stabiliti in base a quanto specificato nel modulo I e II del Dpr 75/2013. Si tratta in particolare delle seguenti nozioni:

primo modulo
La legislazione per l’efficienza energetica degli edifici
Le procedure di certificazione
La normativa tecnica
Obblighi e responsabilità del certificatore

secondo modulo
Il bilancio energetico del sistema edificio impianto
Il calcolo della prestazione energetica degli edifici
Analisi di sensibilità per le principali variabili che ne influenzano la determinazione

APE, Controlli in Veneto spettano a enti locali

Rimanendo in tema di certificazione energetica, la  Delib. G.R. Veneto 30/07/2019, n. 1090, pubblicata sul bollettino ufficiale della Regione Veneto del 2 agosto, ha stabilito che la competenza per i controlli sugli Attestati di prestazione energetica degli edifici (A.P.E.) deve essere attribuita alle medesime autorità che si occupano dei controlli sugli impianti termici. Per questo motivo i soggetti preposti sono le Province e i Comuni. Il testo stabilisce inoltre che la Città metropolitana di Venezia, le Province (per i Comuni con popolazione fino a 30.000 abitanti) e i Comuni con popolazione superiore a 30.000 abitanti debbano effettuare controlli in ogni anno solare su almeno il 2% degli A.P.E. relativi al territorio di propria competenza.

Liguria, approvata legge su edilizia sostenibile

A inizio agosto, invece, è stata approvata all’unanimità dal consiglio regionale della  Liguria una proposta di legge del consigliere ligure del Pd e vicepresidente della Commissione Ambiente Luca Garibaldi sull’edilizia sostenibile nel settore residenziale. Il testo ha come obiettivo quello di rilanciare l’edilizia green e l’efficienza energetica, cercando di snellire l’iter burocratico legato al miglioramento delle prestazioni di questi edifici.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.