Inaugurato a Milano il condominio di via Murillo dopo la riqualificazione energetica

La riduzione dei consumi prevista è del 74%

1054

Un miglioramento della classe energetica da G a C e una riduzione dei consumi prevista del 74%. Sono questi i numeri dell’intervento di riqualificazione energetica realizzato sul condominio milanese di via Murillo 10. Il progetto ha sfruttato, da un lato, gli incentivi messi a disposizione dal Comune di Milano tramite il bando BE2, dall’altro, lo strumento della cessione del credito, grazie al quale è stato anticipato solo il 30% della cifra totale richiesta dagli interventi.

“Un modello replicabile”

Questo è senz’altro un ottimo esempio di cosa si può realizzare” in ambito efficienza energetica, ha spiegato il sindaco di Milano Giuseppe Sala, intervenuto questa mattina all’inaugurazione del condominio. “Si tratta di uno dei tanti esempi presenti a Milano. Abbiamo già 118 condomìni che hanno attinto ai nostri bandi. I cittadini, infatti, hanno ormai grande sensibilità sulle questioni ambientali, ma vanno sostenuti dal punto di vista finanziario e motivati a realizzare interventi di questo tipo”, ha aggiunto Sala.

Il sindaco di Milano ha inoltre definito “straordinari” i risultati ottenuti dal progetto, sottolineando come quello di via Murillo “sia un modello da seguire e replicare”

Bellezza ed efficienza, un connubio vincente

A rimarcare il connubio tra bellezza ed efficienza, esemplificato nel progetto, è stato Mario Marzorati, vicepresidente di Legambiente Lombardia: “La bellezza deve accompagnare la ristrutturazione e l’innovazione, non possiamo pensare a una città efficiente, ma meno bella”. Marzorati ha inoltre evidenziato come sia “necessario” mettere in atto un processo partecipativo” per favorire un efficientamento del parco edilizio, traghettando così le realtà urbane verso un futuro sostenibile.

Soddisfazione per il progetto è stata espressa anche dall’amministratore del condominio, Luigi Lavizzari, che ha spiegato come sia stato molto semplice far passare il messaggio dell’importanza di un intervento di riqualificazione e portare a termine l’iniziativa.

Coinvolgere i condòmini

Alessio Torelli, responsabile Italia di Enel X, ha sottolineato come l’intervento di via Murillo sia un esempio della possibilità di portare a termine questi progetti in “tempi relativamente brevi“, mentre l’ad di Treicos Group, Cecilia Hugony, ha spiegato come un elemento chiave sia stato “il continuo dialogo con i condòmini“. “Il lavoro di progettazione insieme agli abitanti del palazzo è stato molto intenso, perché abbiamo valutato diverse opportunità di intervento. Loro avevano ben chiaro che per prima cosa bisognava efficientare l’involucro e poi intervenire nella sostituzione della caldaia a gasolio, ormai obsoleta“, ha detto Hugony.

Un approccio globale

L’importanza di intervenire con un progetto globale è stata invece sottolineata da Paolo Migliavacca, business unit director di Rockwool Italia. “Questo tipo di interventi – ha detto il manager – sono efficaci per 25-30 anni. Per questo motivo conviene intervenire in modo tale che la coibentazione e l’impiantistica, se possibile, siano progettate nello stesso momento”. 

Gli interventi

Gli interventi sul condominio hanno riguardato, in particolare, il risanamento della facciata e l’isolamento termico a capotto, il rifacimento della copertura e il suo isolamento termico e l’isolamento delle solette del piano terra e di tutti i vani riscaldati. E’ stato inoltre sostituito l’impianto termico con una pompa di calore a gas.

Il progetto è frutto della collaborazione tra Enel X, Teicos e Rockwool e si inserisce nell’ambito della campagna di Legambiente Lombardia ‘Condomini efficienti”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.