GiornataMondialeRisparmio energetico
foto Pulsee

È cresciuta fino al 70% la percentuale degli italiani che, nell’ultimo anno, davanti all’acquisto di un elettrodomestico ha optato per un prodotto a basso consumo o per una caldaia o stufa a basse emissioni. Inoltre, per contrastare il caro bollette, il 60% accende le luci di casa solo quando serve e il 33% spegne la modalità stand-by dei dispositivi presenti in casa, il 60% ha limitato l’utilizzo di aria condizionata.

Sono alcuni dati che emergono dal “Pulsee luce&gas energy index”, l’osservatorio realizzato da Pulsee, brand digitale e green di luce e gas di Axpo Italia, con la società di ricerche di mercato NielsenIQ, in occasione della odierna Giornata internazionale del risparmio energetico.

Aumentano consapevolezza e sensibilità al risparmio

Oltre alle azioni concrete messe in campo dagli italiani, aumentano anche consapevolezza e sensibilità sul tema, infatti per l’87% la tematica dell’inquinamento ambientale è molto importante. Per il 72% sarebbe importante poter tenere sotto controllo i propri consumi di energia attraverso strumenti digitali come app per smartphone e contatori smart. Stessa percentuale per coloro che ritengono importante che l’energia che arriva nelle case sia green. L’87% vorrebbe che l’Italia investisse di più in fonti di energia rinnovabili.

Una mobilità sempre più green

Per ridurre l’inquinamento, il 58% degli italiani sarebbe disposto ad abbandonare l’auto tradizionale e utilizzare per gli spostamenti bici, mezzi elettrici propri o in condivisione, a patto che le infrastrutture per la mobilità, come piste ciclabili e infrastrutture di ricarica, siano potenziate; dato positivo, il 33% degli italiani utilizza la bici.

I 20 consigli di Enea per risparmiare

Enea, in occasione della Giornata internazionale del risparmio energetico e del caro-bollette che sta colpendo duramente le famiglie, presenta una guida in 20 punti per risparmiare, a cura del Dipartimento efficienza energetica dell’Agenzia. Dieci consigli riguardano l’uso efficiente del riscaldamento (Decalogo riscaldamento) e altri dieci l’uso intelligente dell’energia.

Ma, ci sono dei comportamenti quotidiani per risparmiare fino al 10% sulla bolletta, come ad esempio spegnere le luci e il riscaldamento quando non si è presenti in casa, non aprire le finestre con il riscaldamento acceso e spegnere il pc se inutilizzato. La temperatura dentro casa non deve mai superare i 20 gradi. 

Le azioni per tagliare i consumi

Innanzitutto, utilizzare le lampadine a Led, che permettono di ottenere un risparmio energetico fino all’85%; acquistare elettrodomestici di elevata classe energetica, la loro combinazione infatti permette di risparmiare fino al 40%. Altri piccoli gesti possono essere schermare le finestre con persiane e tapparelle per ridurre la dispersione di calore e spegnere gli stand-by. Le lucine rosse che rimangono accese incidono fino al 10% sulla bolletta. 

Per questo è bene usare appositi dispositivi come gli standby stop”, spiega Nicolandrea Calabrese, responsabile Laboratorio Enea di efficienza energetica negli edifici e sviluppo urbano.“Ma sono possibili azioni ancora più incisive, aggiunge, come la manutenzione degli impianti, il check-up dell’immobile (la diagnosi energetica), il controllo e la regolazione costante della temperatura degli ambienti fino a interventi più strutturali per migliorare la coibentazione. Un intervento, questo, per il quale sono previsti diversi incentivi che lo rendono economicamente più sostenibile”.

Errori da evitare

Tra gli errori da non commettere ci sono: non sbrinare frigo e congelatore, mettere i panni ad asciugare sul radiatore o il divano davanti al termosifone e lasciare le luci accese quando si esce da una stanza.

I vantaggi della caldaia a condensazione

I modelli di caldaia a condensazione consentono di risparmiare fino al 22% di gas metano rispetto a quelli tradizionali, considerando un appartamento di 130 metri quadri. Molto utili anche le valvole termostatiche sui radiatori che consentono di ottenere un risparmio di circa il 13% del consumo di gas metano. 

L’iniziativa di Acea: luci spente e un progetto educativo nelle scuole

In occasione della Giornata odierna, Acea aderisce all’iniziativa spegnendo le luci delle sedi delle società del Gruppo, da Roma a Firenze, da Lucca a Grosseto, da Arezzo a Pisa, da Perugia a Terni, da Frosinone fino a Ercolano (NA).

Inoltre, su queste tematiche, coinvolgerà gli studenti del secondo ciclo di alcune scuole primarie e secondarie di primo grado del Lazio e dell’Umbria, nel progetto Acea Scuola – “Siamo energia. Spegni la luce e accendi la tua fantasia”. Il progetto, nato nel 2002, per promuovere attività di informazione e formazione su questi temi, ha l’obiettivo di sensibilizzare i ragazzi attraverso un progetto formativo multimediale che racconta tutte le sfide che pone il tema dell’energia. 

A partire da oggi 18 febbraio fino al 4 marzo, collegandosi a una piattaforma dedicata, gli studenti possono percorrere questo viaggio educativo incentrato sui temi legati all’energia.

Rimane prioritaria per Acea la sostenibilità e la transizione, infatti nel Piano 2020-2024 del Gruppo, dei complessivi 4,7 miliardi di euro di investimenti, 2,1 sono destinati a specifici target di sostenibilità. 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.