Geotermico e Superbonus 110%: un’opportunità da cogliere

Tre domande a Mario Pala di Telema: le opzioni da cogliere per sfruttare l’opportunità dell'energia geotermica a servizio della climatizzazione domestica

1408

LAsoluzione di mettere a servizio un impianto geotermico per la climatizzazione degli ambienti può essere un’opportunità da sfruttare appieno con le incentivazioni del Superbonus 110%. Si tratta di una scelta che rappresenta un contributo importante per la transizione energetica del Paese, migliorando l’efficienza energetica della propria abitazione.

I recenti sviluppi tecnologici, attraverso l’uso di particolari apparecchiature, permettono di migliorare il comfort domestico con una fonte di energia praticamente inesauribile, e in modo sostenibile, rispettoso dell’ambiente e riducendo gli sprechi.

Su come massimizzare la resa del geotermico per il trattamento dell’aria nelle abitazioni, Canale Energia ha intervistato Mario Pala, direttore commerciale di Telema Spa.

Il geotermico, come soluzione per il trattamento dell’aria e il miglioramento del comfort degli ambienti, ha ancora molto potenziale di sviluppo. Qual è la tecnologia che proponete?

Avete stilato un vademecum che evidenzia i benefici degli impianti geotermici in abbinamento alla ventilazione meccanica termodinamica. Questi risponderebbero alle esigenze di riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria nell’edilizia residenziale.

Oltre ai benefici a livello di efficienza energetica e di sostenibilità, una tecnologia come la vostra abbinata al geotermico quanto è in grado di incidere positivamente sui costi dei consumi rispetto un sistema tradizionale?

Leggi anche Rivoluzionare la climatizzazione degli edifici con la tecnologia ecodigital

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Freelance nel campo della comunicazione, dell’editoria e videomaker, si occupa di temi legati all’innovazione sostenibile, alla tutela ambientale e alla green economy. Ha collaborato e collabora, a vario titolo, con organizzazioni, emittenti televisive, web–magazine, case editrici e riviste. È autore di saggi e pubblicazioni.