Aggiustamento del carbonio, strumento per valorizzare l’industria pulita a livello globale

L'intervista a Eleonora Evi europarlamentare Verdi Europei

1392

L’Europa e la Commissione europea in questo momento stanno lavorando con molta attenzione al disegno di un nuovo meccanismo di aggiustamento del carbonio alla frontiera. “Dovrà essere uno strumento importante per raggiungere gli obiettivi climatici” spiega a Canale energia Eleonora Evi europarlamentare che da ieri ha ufficializzato l’ingresso nei Verdi europei dopo l’uscita annunciata lo scorso 3 dicembre dai M5s.

Un meccanismo che non è inteso” ci tiene a sottolineare la Evi “Solo per ridurre le nostre emissioni, ma anche per spingere gli altri paesi a fare lo stesso”. Tutelando le industrie europee da una concorrenza sleale “ma che non deve diventare un mero protezionismo”. L’obiettivo principale deve essere l’ambiente “ma è evidente che nel fare questo dobbiamo ragionare con il contesto attuale e la necessità di tutelare le industrie europee perché sono le più pulite già oggi”.

Vorrei un meccanismo di aggiustamento del carbonio che possa finalmente fare questo e premiare coloro che già oggi producono in maniera più pulita”, magari “coinvolgendo di più il consumatore” sottolinea la Evi, come ha già spiegato nel corso della XII conferenza di Amici della Terra lo scorso 3 dicembre.

Una proposta che potrebbe diventare italiana suggerisce l’europarlamentare, “come Italia potremmo giocare un ruolo importante e fare la differenza”. Nel video l’intervista completa.

 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Agnese Cecchini
Giornalista, video maker, sviluppo format su più mezzi (se in contemporanea meglio). Si occupa di energia dal 2009, mantenendo sempre vivi i suoi interessi che navigano tra cinema, fotografia, marketing, viaggi e... buona cucina. Direttore di Canale Energia; e7, il settimanale di QE ed è il direttore editoriale del Gruppo Italia Energia dal 2014.