immagini satellitari plasticaE’ fissata al 4 gennaio 2021 la deadline per la consultazione pubblica del progetto di prassi di riferimento intitolato ‘Linee guida per l’utilizzo responsabile della plastica‘. Il testo è frutto della collaborazione con Bureau veritas.

Cosa disciplina la prassi

La prassi di riferimento, si legge sul sito di Uni, “fornisce i requisiti minimi di un sistema di gestione per l’utilizzo responsabile della plastica. Applicabili alle organizzazioni di qualsiasi tipologia e dimensione. Pubbliche o private, utilizzatrici finali di prodotti di plastica o contenenti plastica”.

Certificazione del sistema di gestione

Il sistema di gestione individuato può essere certificato da organismi di valutazione della conformità di terza parte, operanti in conformità alla norma Uni cei en iso/Iec 17021. Oppure può essere utilizzato come base per l’asserzione ambientale “Utilizzo responsabile della plastica”. Validata/verificata secondo la Uni en iso 14021. O ancora secondo la specifica tecnica Uni iso/TS 17033. Se è anche conforme alla prassi di riferimento di prossima pubblicazione “Asserzioni etiche di sostenibilità – Indirizzi applicativi alla Uni iso/TS 17033:2020”.

Cosa sono le prassi di riferimento

“Le prassi di riferimento – ricorda Uni in una nota – sono documenti che introducono prescrizioni tecniche o modelli applicativi settoriali di norme tecniche, elaborati sulla base di un rapido processo di condivisione ristretta ai soli autori. E costituiscono una tipologia di documento para-normativo nazionale che va nella direzione auspicata di trasferimento dell’innovazione e di preparazione dei contesti di sviluppo per le future attività di normazione. Fornendo una risposta tempestiva ai mercati in cambiamento”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.