gestionerifiutiLo scorso 27 sono stati assegnati, durante un evento in streaming, i premi della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti (Serr). L’edizione 2019 si è svolta dal 16 al 24 novembre e vuole sensibilizzare l’opinione pubblica su un approccio green al settore dei rifiuti. Alla cerimonia di premiazione, che avrebbe dovuto tenersi a Catania, hanno preso parte, via web, anche il ministro dell’ambiente Sergio Costa e il “rifiutologo” Roberto Cavallo, che ha moderato l’incontro.

“Cambiare modelli di consumo”

Ad aprire l’evento l’intervento di Salvatore Cocina, dirigente generale del dipartimento acque e rifiuti della regione Sicilia. “La Sicilia ha fatto molto in termini di gestione dei rifiuti negli ultimi anni” ha detto in nota – “tanto da passare dal 22 al 45% di raccolta differenziata. C’è da dire che ci sono tanti comuni che superano il 65% ma allo stesso tempo ci sono ancora troppe città ferme al 10%. Ma il trend è positivo: grazie anche al ruolo assunto dalla Regione, che ha centralizzato questo modello, coinvolgendo le scuole. Per questo ringrazio gli insegnanti che tutti i giorni sono vicini agli alunni, anche durante questa emergenza. Un’emergenza che ci può aiutare a cambiare i nostri modelli di consumo, cambiare il nostro approccio verso i beni che acquistiamo e a ridurre gli sprechi”.

Le diverse categorie dei premi

I premi, presentati dai Consorzi di filiera, sono stati consegnati virtualmente alle cinque categorie di Action developer (Pubbliche amministrazioni, imprese, istituti scolastici, cittadini, associazioni). E’ stata inoltre conferita una menzione speciale.

Categoria pubbliche amministrazioni

Nella categoria pubbliche amministrazioni ad aggiudicarsi il premio è stato il comune di Ispica che, in collaborazione con regione, comuni, scuole e associazioni, ha proposto, nella cornice della Serr, diverse attività incentrate sulla gestione dei rifiuti durante l’anno scolastico. Si tratta, ad esempio, di laboratori creativi, convegni sulla raccolta differenziata, contest incentrati sul riciclo o ecogame, ovvero attività ludiche per veicolare in modo divertente i vantaggi dell’economia circolare.

Categoria imprese

Il progetto “Angeli dell’ambiente per San Berillo”, realizzato da Dusty srl, ha vinto invece il premio per la categoria imprese. L’iniziativa, spiega una nota, è incentrata “sull’integrazione sociale, l’inclusione, il rispetto per il prossimo e per l’ambiente attraverso lezioni di educazione ambientale che saranno date a extracomunitari che vivono a Catania, per fare sì che uno dei quartieri più storici e degradati della città, San Berillo, possa avere il rilancio e la valorizzazione turistica e culturale che questo storico angolo di Catania possedeva un tempo e che ha perduto”.

Categoria associazioni

Per la sezione di concorso destinata alle associazioni, il riconoscimento è andato al Festival Non solo cibo! – di associazione Comunicaetica. L’iniziativaprevede una serie di azioni innovative di contrasto alla povertà  realizzate a favore di famiglie che vivono in condizioni di indigenza e finalizzate a migliorare la loro qualità di vita. L’azione è impegnata nell’avvio di iniziative di implementazione, volte a ottimizzare le sinergie tra le realtà territoriali e a sviluppare esperienze virtuose di green economy nelle aree urbana, qualità ecologica dei prodotti e delle modalità di coltivazione, quali condizioni necessarie per l’ambiente e per una sana alimentazione secondo la dieta mediterranea”.

Categoria scuole

“L’Orto slow food vuole bene al pianeta”  è il progetto che, coinvolgendo 245 scuole del territorio italiano, ha vinto invece il premio nella categoria scuole. Con la Festa dell’orto 2019 ogni classe si è impegnata a seguire le 10 azioni amiche del clima strettamente legate al cibo e all’orto e associate agli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, per avvalorare l’idea che tutti possono e devono contribuire al raggiungimento degli Obiettivi globali. Le 10 azioni sono:

  • Coltivo l’orto
  • Costruisco una casetta per gli insetti. Bevo acqua del rubinetto
  • Per merenda mangio un prodotto non confezionato
  • Mangio tutte le verdure che ho nel piatto
  • A cena mangio un frutto locale e di stagione
  • Uso stoviglie e tovaglioli riutilizzabili
  • Mangio quello che ho avanzato ieri
  • Mangio un piatto a base di legumi
  • Vado a fare la spesa dal contadino

Categoria cittadini

Passando alla categoria cittadini, il riconoscimento è andato al progetto Ecoconsumodi  ambiente. Si tratta di una mappa interattiva per aiutare ciascun cittadino ad adottare comportamenti ecosostenibili. La mappa Ecoconsumo è strutturata per categorie come stazioni di bike sharing, fontanelle e casette dell’acqua, negozi agricoli biologici, di alimenti, di detersivi e saponi alla spina e raccoglie informazioni, localizzazione e descrizione di punti inseriti.

Le menzioni speciale

La menzione speciale dedicata a Giorgio Gollo, scomparso lo scorso 26 agosto, è stata data a Gabriella Barchitta, “per l’impegno dedicato alla Serr e perché grazie allo sforzo di aver coordinato azioni Serr in più di 120 istituti in Sicilia”. Una seconda menzione speciale è stata data al comune di Pino Torinese “per aver saputo portare la Serr fuori dai confini europei, in particolare con un’azione di riciclo e riduzione dei rifiuti avviata in Senegal”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.