Nel corso del 2018 la raccolta differenziata di carta e cartone ha registrato una crescita del 4%, pari a + 127.000 tonnellate rispetto al 2017. Questi sono solo alcuni dei numeri contenuti nel 24° Rapporto annuale Comieco, che ha riscontrato inoltre una “progressiva crescita” del riciclo anche al sud.

Sicilia, l’incremento più alto al sud

A registrare buone performance tra le regioni meridionali è in particolare la Sicilia che, spiega Comieco in una nota, “guida l’incremento complessivo mettendo a segno il miglior risultato percentuale (+31,5) rispetto al 2017”.

Al Nord crescita del 2%, al centro dell’1,4%

Nel Nord del Paese invece la crescita della raccolta differenziata di carta e cartone si attesta, dopo anni di stabilità, a un +2,9%, pari a +50mila tonnellate di materiale raccolto. Nelle regioni del centro del Paese, infine, l’incremento è dell’1,4%, un dato che va inquadrato considerando anche “le difficoltà legate alla ‘questione romana’ e tenendo conto che Roma, in termini di popolazione e capacità, pesa quasi quanto un’intera regione”.

Emilia Romagna, regione più virtuosa per dato procapite

Dai dati emerge inoltre come, a livello di procapite, l’Emilia Romagna sia stata nel 2018 la regione “più brillante” con oltre 90 kg/ab di carta e cartone riciclata, seguita da Trentino Alto Adige (83 kg/ab) e Valle d’Aosta (79,6 kg/ab).

“Dati positivi frutto dell’impegno dei cittadini”

“I positivi dati del Rapporto Comieco sono frutto dell’impegno, sempre crescente, dei cittadini che da Nord a Sud differenziano carta e cartone con grande responsabilità – commenta nella nota Sergio Costa, Ministro dell’Ambiente – apprezzo in particolare lo sviluppo della raccolta al Sud che dimostra come anche al Meridione ci sia una crescente sensibilità verso la tutela ambientale. Ringrazio Comieco per l’importante lavoro che svolge. Sono convinto che nel 2019 le quantità di carta e cartone aumenteranno ulteriormente e mi aspetto un miglioramento anche sotto il profilo della qualità dei materiali raccolti. Quantità e qualità devono viaggiare insieme. Come Ministro dell’economia circolare mi impegno in prima linea con Comieco e gli altri Consorzi per raggiungere anche questo risultato, tassello fondamentale per completare il ciclo virtuoso di un Paese che è maestro nelle tecnologie ambientali e nell’economia circolare”.

“Frazioni estranee a carta e cartone, la vera sfida”

“Le frazioni estranee alla raccolta di carta e cartone rappresentano un ambito di miglioramento cui tendere. La vera sfida da affrontare – spiega nella nota Amelio Cecchini, Presidente Comieco – sebbene, infatti, dai dati del Rapporto emerga un quadro in miglioramento rispetto al 2017 sia della qualità della raccolta del circuito delle famiglie, dove la media di frazioni estranee riscontrata è del 3,3%, che del commerciale, scesa allo 0,7%, ancora molto si può e si deve fare. Una raccolta di qualità è infatti garanzia di riciclo efficiente, con meno scarti e minori costi di gestione. La qualità è sempre più elemento strategico per garantire il buon fine del processo di riciclo: già nel 2018 il tasso di riciclo degli imballaggi si attesta sull’81%, superando già gli obiettivi fissati dall’Unione Europea per il 2025 (75% riciclo) e ad un passo quelli stabiliti per il 2030, che prevede il raggiungimento dell’85% del tasso di riciclo”.

“Importanti vantaggi economici per i Comuni”

“Il binomio quantità-qualità legato alla raccolta differenziata di carta e cartone si traduce anche in importanti vantaggi economici per i Comuni – sottolinea in nota Carlo Montalbetti, direttore Comieco – nel 2018 Comieco ha erogato più di 97 milioni di euro a oltre 5.500 Comuni in convenzione, a fronte delle tonnellate di carta e cartone raccolte. Nel 2019, l’impegno economico del Consorzio a sostegno delle Amministrazioni comunali è destinato a salire. Con il rientro in convenzione di oltre 600.000 tonnellate, infatti, Comieco investirà ulteriori risorse, assicurando il corretto avvio a riciclo”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.