Pfu zero, 30t tolte dal mare ora destinate a rientrare nell’economia circolare

Si conclude l'ottava edizione dell'iniziativa volta da Marevivo ed EcoTyre che si è svolta quest'anno tra Sardegna e Sicilia

736

Trenta tonnellate di Pneumatici puori uso equivalenti a circa 3.200 pezzi. Di questi 3.000 di piccole e medie dimensioni e i restanti di grandi dimensioni appartenenti a camion e trattori. Così si presenta ‘ottava campagna di raccolta degli Pfu zero sulle coste italiane.

L’iniziativa Pfu zero, voluta da Marevivo ed EcoTyre, quest’anno ha scandagliato i fondali di Cagliari, La Maddalena, Marsala, Milazzo, Chioggia, Sapri e Pantelleria.

Chiudiamo oggi con orgoglio un’altra importante avventura con Marevivo, che ringrazio molto per l’impegno, la dedizione e il lavoro prezioso dei subacquei che hanno partecipato”, commenta Enrico Ambrogio, presidente di EcoTyre, “Anche quest’anno la nostra iniziativa è stata un successo, oltre agli Pfu riciclati, la sensibilizzazione, punto focale della nostra mission, è stata posta al centro delle attività. Riteniamo fondamentale che i cittadini conoscano l’esistenza della filiera nazionale di gestione degli Pfu, un fiore all’occhiello in tutta Europa. Insieme alle campagne di raccolta straordinaria degli Pfu, continueremo a fare informazione in totale trasparenza”.

Pfu zero, un’iniziativa che coinvolge volontari e società civile

Il recupero è stato possibile grazie alla disponibilità di squadre di subacquei e sommozzatori, volontari di Marevivo o appartenenti ai diving locali. Lo smaltimento nelle filiere controllate è stato assicurato dall’invio a impianti dei partner di EcoTyre in prossimità dei luoghi di ricerca

“Garantire la continuità dell’iniziativa è stato il vero punto di forza di Pfu zero sulle coste italiane” spiega Carmen di Penta, direttore generale di Marevivo. “Tante le amministrazioni comunali che ci hanno già chiesto di poter partecipare il prossimo anno, per non parlare delle capitanerie di porto sempre pronte a intervenire, attente a che tutto vada per il meglio. I diving volontari, le delegazioni Marevivo in giro per l’Italia; questa con EcoTyre, senza il quale nulla sarebbe possibile, è un’azione corale in cui tutti i partecipanti credono profondamente. Ognuno di noi può fare qualcosa per il mare, e anche il più piccolo gesto può fare la differenza. E noi ce la mettiamo tutta!”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.